È morto Francesco Saverio Borrelli: fu a capo del pool Mani Pulite

E' morto questa mattina Francesco Saverio Borrelli, il magistrato il cui nome è legato alla vicenda Mani Pulite. Aveva 89 anni

Francesco Saverio Borrelli
Francesco Saverio Borrelli

È morto il magistrato Francesco Saverio Borrelli, che fu a capo del pool di Mani Pulite negli anni ’90. Il magistrato si è spento questa mattina a Milano, presso l’ Istituto dei Tumori doe era ricoverato. Borrelli aveva 89 anni, e si è spento dopo una vita nelle aule di Tribunale milanesi.

La camera ardente sarà allestita nell’atrio al primo piano del Palazzo di giustizia di Milano. Sarà possibile rendergli omaggio lunedì mattina dalle 9.30.

Chi era il magistrato Francesco Saverio Borrelli

Borrelli era nato a Napoli nel 1930, e la sua carriera in magistratura era iniziata nel luglio 1955 in cui poi ha svolto quasi ogni tipo di funzione. Fu infatti pretore, giudice fallimentare e poi civile, pubblico ministero, procuratore capo e poi procuratore generale nel 1999. Figlio e nipote di magistrati, si trasferì a Firenze per studiare musica, laureandosi poi in legge sotto la guida del suo relatore, Piero Calamandrei.

Francesco Borrelli divenne noto per la maxi-inchiesta Mani Pulite che coordinò insieme al suo vice Gerardo D’Ambrosio. Le sue linee guida come Procuratore Generale furono a difesa del principio costituzionale della indipendenza della magistratura.

I commenti sulla morte di Francesco Saverio Borrelli

Era un capo che sapeva proteggere i suoi uomini, una persona che ha fatto la storia d’Italia, ha commentato il Procuratore milanese Francesco Greco, considerato l’allievo dell’ex magistrato. “Ho appreso la notizia della morte dell’amico perché era un amico Saverio e ovviamente è una notizia che mi addolora molto. Abbiamo passato tanti anni lavorando gomito a gomito, era una persona eccezionale”, ha detto invece l’ex magistrato Gherardo Colombo.

Se ricordiamo Mani Pulite in modo comunque positivo è perché lui seppe gestite quella fase delicata, il mitologico ‘pool’ fu una sua invenzione, ha ricordato invece l’ex procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati.

Stefania Craxi

Commosso anche il ricordo di Stefania Craxi, senatore di Forza Italia:”Con Borrelli viene a mancare uno dei protagonisti principali di una stagione infausta della nostra storia repubblicana“. “A dispetto di molte comparse del tempo, compresi taluni suoi compagni magistrati assurti ad eroi e gettatisi nell’agone politico ed alla ricerca di incarichi pubblici, Borrelli scelse con coerenza di vestire solo e sempre la toga e nei recenti anni, se pur sempre con reticenza ed omissioni, ebbe ad avanzare alcune riflessioni amare sugli effetti prodotti dalle inchieste di ‘Mani pulite'” ha aggiunto. “Il tempo, come sempre, pronuncerà parole di verità. Ma la sua dipartita porta con sé molti segreti e molti ‘detto non detto‘ che, nonostante il lavoro della storia, resteranno probabilmente celati. Nel momento del dolore e della sofferenza il silenzio e il rispetto sono pertanto dovuti all’uomo e alla famiglia”

Anm

Scompare , con Francesco Saverio Borrelli, una figura esemplare di magistrato, per la sua statura professionale ed umana, che lo ha reso una guida insostituibile in ogni momento della sua lunga carriera”, dicono dall’Associazione nazionale magistrati.La sua autorevolezza è stata fondamentale in passaggi difficilissimi nella storia della magistratura e della Repubblica, nei quali ha dato prova di fermezza, indipendenza ed equilibrio, a tutela dei valori fondamentali della Costituzione. Gli siamo per questo immensamente riconoscenti e lo piangiamo oggi”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.