Bimbi tolti ai genitori a Reggio Emilia, revocati i domiciliari a Claudio Foti

A Claudio Foti, coinvolto nell'inchiesta Angeli e Demoni sui bimbi tolti ai genitori a Reggio Emilia, sono stati revocati gli arresti domiciliari.

Claudio Foti
Claudio Foti

A Claudio Foti, coinvolto nell’inchiesta Angeli e Demoni sui bimbi tolti ai genitori a Reggio Emilia, sono stati revocati gli arresti domiciliari. Foti, 68 anni, era lo psicoterapeuta e direttore scientifico della onlus ‘Hansel e Gretel‘. Per ora ha solo l’obbligo di dimora nel Comune di Pinerolo (Torino).

Bimbi tolti ai genitori a Reggio Emilia, revocati i domiciliari a Claudio Foti

La notizia è stata subito commentata dall’avvocato difensore dell’imputato: “Claudio Foti aveva due capi d’accusa. Uno riguardava l’aver manipolato la mente di una bambina durante le sedute di psicoterapia“. Il secondo è “l’abuso d’ufficio in concorso. Perché sarebbe stato consapevole che le psicoterapie che gli venivano pagate dovevano essere bandite con concorso e non affidate direttamente. Riguardo il primo capo d’accusa, il più pesante, che riguarda la sua professione c’è stato l’annullamento dell’ordinanza, che è stata impugnata. Le motivazioni del tribunale del Riesame di Bologna arriveranno in 45 giorni. Ha comunque non ha ritenuto che ci siano gravi indizi di colpevolezza, come io ho sempre sostenuto”.

Foti era stato accusato di essersi travestito da mostro (alcune fonti parlano di un lupo) per spaventare una bambina. Lo scopo era quello di farle suscitare falsi ricordi nei confronti dei genitori per toglierla a loro e affidarla, dietro compenso, a un’altra famiglia.

Foti, continua l’avvocato, ha “l’obbligo di risiedere a Pinerolo, con possibilità di svolgere la sua professione, limitatamente al capo d’accusa sull’abuso d’ufficio. Questa accusa però non mi preoccupa, dimostreremo la sua innocenza anche in questo caso”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.