Ong francese denuncia: “Migranti rinchiusi nei container al confine”

La Ong francese Medecins du Monde ha denunciato che ci sarebbero dei migranti rinchiusi illegittimamente a Mentone, al confine con la Francia.

Migranti rinchiusi
Migranti rinchiusi

La Ong francese Medecins du Monde ha denunciato che ci sarebbero dei migranti rinchiusi illegittimamente a Mentone, al confine con la Francia. “Ogni notte, al posto di frontiera di Mentone, delle persone vengono rinchiuse in dei container. Affinché cessino le violazioni dei diritti degli esiliati al confine franco-italiano invitiamo il relatore speciale dell’Onu a venire sul terreno“. La Ong francese, Medecins du Monde ha anche specificato di essersi rivolta alla Procura di Nizza, per denunciare questo trattamento “inaccettabile” ai diritti dell’uomo.

“Migranti rinchiusi nei container al confine”

“A fine giugno 2019 – ha denunciato Medecins du Monde – 13 segnalazioni sono state depositate presso il procuratore di Nizza. Queste riguardano la privazione illegale di libertà di cui sono oggetto delle persone nella fase precedente al loro respingimento in Italia“. E ancora: “Ogni sera degli individui vengono rinchiusi per tutta la notte, in moduli ‘Algeco a Mentone. Questi moduli ‘Algecò sono container di 15 m2, sprovvisti di mobilio per distendersi. Spesso vengono trattenute decine di persone simultaneamente. Private di cibo, per una durata di tempo che supera ampiamente le quattro ‘ragionevoli ore di privazione di libertà consentite dal Consiglio di Stato“. La Ong, assieme ad altre, ha poi sottolineato che questo trattamento sarebbe riservato anche ai minori.

La Ong ha portato anche diverse testimonianze di quanto ha denunciato. Le avrebbe presentate al procuratore della Repubblica di Nizza. Una inchiesta a questo proposito era già partita nel 2018. Ora, però, Medecins du Monde ha anche chiesto che vengano inclusi 13 nuovi casi nell’inchiesta.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.