Carola Rackete: «L’Europa deve accogliere i migranti»

Intervista di Carola Rackete sulle colonne del "Bild". Il comandante della Sea Watch 3 parla della situazione dei migranti in Europa.

Carola Rackete
Carola Rackete

Il comandante della Sea Watch 3 , Carola Rackete, ha rilasciato un’intervista al quotidiano tedesco “Bild”. La donna ha chiesto che l’Europa accolga i migranti che si trovano attualmente nei centri per profughi o chi, comunque, si trova in mano ai contrabbandieri in Libia. «Ci sono mezzo milione di persone nelle mani dei contrabbandieri o nei campi profughi della Libia. Dobbiamo farli uscire dal Paese – ha detto la Rackete – sottolineando la necessità che debbano essere immediatamente aiutati per avere un passaggio sicuro verso l’Europa. La comandante della Sea watch ha poi definito in parte assurdo il dibattito sui numeri di rifugiati in Europa. Il numero di persone che abbiamo preso è ancora basso rispetto a quelle accolte in Libano, Giordania o in altri paesi africani».

L’intervista di Carola Rackete

Secondo Carola Rackete «la Germania e altri Stati europei hanno una responsabilità storica per la situazione attuale in Africa facendo riferimento alla era coloniale. I rapporti di potere di oggi sono stati determinati dall’Europa ha affermato Carola, parlando di responsabilità storica di accettare i rifugiati che non possano più vivere nei loro Paesi».

L’autrice dello sbarco a Lampedusa parla della nuova ondata migratoria e degli sbarchi che giungono in Italia. «Il collasso del sistema climatico porterà a rifugiati dei cambiamenti climatici, che ovviamente dobbiamo assorbire – ha detto -. In alcuni Paesi africani la fornitura di alimenti di base è stata distrutta dai paesi industrializzati in Europa. Arriveremo a un punto in cui vi sarà una migrazione forzata da circostanze esterne come il clima. E non avremo scelta, non possiamo semplicemente dire che non vogliamo le persone».

Il ricorso per il processo

Il ricorso della Procura di Agrigento, in merito alla scarcerazione della Rackete, sarà depositato da qui a breve. Si attende per giovedì 18 luglio l’interrogatorio di Carola Rackete. Quest’ultimo, secondo l’AdnKronos, non riguarda l’arresto ma l’inchiesta parallela che vede il comandante della Sea Watch 3 imputato per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e violazione del codice di navigazione.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.