Scandalo Csm, si dimette il Procuratore generale della Cassazione

Riccardo Fuzio si è dimesso dal ruolo di Procuratore generale della Corte di Cassazione. Lo scandalo del Csm e la voglia di difendere il proprio operato.

Scandalo Csm, Riccardo Fuzio si dimette dalla carica di Procuratore generale della Cassazione
Scandalo Csm, Riccardo Fuzio si dimette dalla carica di Procuratore generale della Cassazione

L’inchiesta sul caso Palamara, riguardante lo scandalo Csm, continua a far parlare di sé. Il Procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, ha anticipato la data di addio alla magistratura: si passa da novembre al prossimo 20 luglio. Il caso appena citato è unico nel suo genere in Italia. A riportare la notizia è stata l’Agi che cita fonti vicine a Fuzio.

Scandalo Csm, la decisione di Riccardo Fuzio

Fuzio è indagato con l’accusa di rivelazione di segreto d’ufficio. Con le dimissioni vi è un problema per quanto concerne la «piena funzionalità della Procura generale della Cassazione». Non vi è mai stato un procuratore che si sia dimesso con tanto di ufficio vacante. La decisione è stata comunicata qualche giorno fa al Consiglio Superiore della Magistratura.

Le parole dell’avvocato di Riccardo Fuzio

Il legale Grazia Volo, che assiste il magistrato, parla di «un atto per spirito di servizio per poi poter liberamente esprimere il proprio pensiero sulla intera vicenda. Al di là di questa formula viene spiegato che Fuzio ha voluto sottolineare l’assenza di sospetti e di ombre su di sè, come pure sul piano del rispetto delle istituzioni». Fuzio, secondo quanto riferito all’Agi, si sarebbe dimesso per evitare qualsiasi dubbio e ombra sul proprio operato.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.