Scrivono “Stpo” invece di “Stop” sull’asfalto: il Web se la ride

A Boscoreale, in provincia di Napoli, sta facendo letteralmente furore la scritta di segnaletica orizzontale comparsa su una strada. Scritta che recita "Stpo" invece che "Stop".

Scrivona Stpo al posto di Stop
Scrivona Stpo al posto di Stop

Quando a pitturar segnali ci vai dopo la settima pesca giallona nel vino schietto di Gragnano. A Boscoreale, in provincia di Napoli, sta facendo letteralmente furore la scritta di segnaletica orizzontale comparsa su una strada. Scritta che recita “Stpo” invece che “Stop”. La foto di quel refuso tatuato sull’asfalto a far spanciare automobilisti e popolo sciolto è stata pubblicata su Facebook e, manco a dirlo, lo sganasciarsi dell’universo mondo è diventato virale, oggi usa dire così.

Scrivono “Stpo” invece di “Stop”

A pubblicare la foto, fra denuncia e malignità bizantina, è stato l’ex sindaco Gennaro Langella. Il nostro avrà pure avuto i suoi motivi per perculare gli avversari, incarnati dall’attuale primo cittadino Antonio Diplomatico, ma la faccenda era oggettivamente troppo clamorosa per saltare la mano delle risate – e delle perplessità – che ha innescato. Il sindaco in carica comunque, che non a caso di cognome fa Diplomatico, ha serenamente smentito la “paternità”, sia pur indiretta, del graffito dislessico. “Premetto che non abbiamo incaricato nessuna ditta a eseguire lavori di segnaletica stradale in via Vecchia Aquini. Appena appreso quanto accaduto, ho incaricato il comando polizia locale di espletare gli opportuni accertamenti per identificare gli esecutori e di denunciarli anche per danno d’immagine procurato all’Ente. Quella in corso in queste ore è una squallida, gratuita azione di sciacallaggio, alimentata da ignoranti e in malafede”.

Ma l’arcano si è risolto poco dopo, senza letture complottarde e con il “colpevole”che ha fatto capoccella nella bagarre incarnandosi nella figura di un altro sindaco, il terzo in questa curiosa vicenda, quello del vicino comune di Terzigno, Francesco Ranieri. Ebbene si, i lavori li aveva commissionati lui, ma affidando il rifacimento a un team di operai che non solo ha sbagliato comune, andando coi crani martellati dal sole carogna a pitturare una strada di altra municipalità, ma anche scritta, scrivendo “Stpo” invece di “Stop” e non accorgendosi minimamente che sull’asfalto ci avevano pennellato una maledizione sumera. Per dovere di cronaca la segnaletica è stata torrecca, pardò, corretta.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.