Decreto sicurezza bis: scontro Lega-M5S sui nuovi emendamenti

E' stato presentato un nuovo emendamento della Lega al Decreto Sicurezza bis per aumentare le multe per le navi che non rispettino i divieti

Accordo di Governo
Accordo di Governo

Il Decreto sicurezza bis si arricchisce di un nuovo emendamento della Lega. Un emendamento che stabilisce nuove multe per le Ong che non rispettano i divieti previsti dal testo del decreto. Infatti, il nuovo emendamento a firma Igor Iezzi, capogruppo Lega in commissione Affari costituzionali alla Camera prevede multe salatissime. Si parla di cifre che vanno dai 150mila al milione di euro. Un bel divario rispetto a quelle previste dal testo attuale, che sono comprese tra i 10mila e i 50mila euro.

Scontro Lega-M5S sugli emendamenti al Decreto Sicurezza bis

L’emendamento è stato presentato questa mattina. E secondo il M5S si è trattato di un vero e proprio blitz. Gli emendamenti dovevano essere concordati, e invece “stamattina ci siamo trovati di fronte a un blitz“, protestano fonti M5S. Che riferiscno come il Movimento sia nettamente contrario all’emendamento che riguarda l’inasprimento delle multe.

Ma non è l’unico emendamento “a sorpresa” presentato dal Carroccio che non è piaciuto ai Cinquestelle. In ballo c’è anche la modifica all’art.1 comma 1-ter. Nel testo ora si legge: “il provvedimento è adottato”; la modifica però vedrebbe la sostituzione con la formula “il Ministro dell’Interno può altresì vietare il trasbordo o lo sbarco sul territorio nazionale di cittadini stranieri irregolari”. Una modifica che non è solo di forma ma anche di sostanza, ed è “irricevibile”. Il motivo risiede nel fatto che in questo modo si darebbero poteri enormi a Matteo Salvini, e poi come “si fa a stabilire se qualcuno su una nave è irregolare o no?”.

L’opinione dell’Unhcr

A proposito degli emendamenti al Decreto Sicurezza è intervenuta anche Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr per il Sud Europa, che ha chiesto di porre fine alla criminalizzazione delle ong e rivedere il decreto sicurezza bis”. Infatti, per sami è dimostrato che “credere che non avere nessuno che cerca e salva le persone nel Mediterraneo sia un deterrente” è sbagliato. E anzi, “significa lasciar morire proporzionalmente in mare più persone”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.