Casamonica, il Comune di Roma non sarà parte civile

Il Comune di Roma non sarà parte civile nel caso dei Casamonica. Lo ha stabilito il giudice per le udienze preliminari di Roma.

Casamonica, il Comune di Roma non sarà parte civile
Casamonica, il Comune di Roma non sarà parte civile

Il Comune di Roma non sarà parte civile nel caso dei Casamonica. Lo ha stabilito il giudice per le udienze preliminari di Roma, nell’ambito della maxi-inchiesta sul clan che vede imputate 63 persone. L’istanza, come riporta il Corriere della Sera, sarebbe stata respinta a causa del ritardo nella presentazione dei documenti. Ora si dovrà attendere un eventuale rinvio a giudizio. Solo in questo caso il Campidoglio potrà presentare nuovamente domanda.

Casamonica, il Comune di Roma non sarà parte civile

Il Sindaco di Roma Virginia Raggi, a fine maggio, aveva dovuto rafforzare la propria scorta a seguito di alcune minacce ricevute proprio dai Casamonica. Secondo il Fatto Quotidiano, in quell’occasione, il clan avrebbe avuto intenzione di colpire il Sindaco di Roma per mezzo di alcuni ordigni esplosivi.

La Raggi, inoltre, durante la presentazione del libro “Casamonica, la storia segreta. La violenta ascesa della famiglia criminale che ha invaso Roma”, aveva attaccato duramente il clan. “La sfida dell’onestà io non la voglio perdere”, aveva dichiarato. Infine, a novembre 2018, la giunta aveva iniziato l’abbattimento delle villette abusive occupate dai membri del clan.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.