Carola Rackete ai domiciliari: la prima notte per la capitana

La capitana della Sea Watch, Carola Rackete, ha passato la sua prima notte ai domiciliari in una casa della provincia di Agrigento.

Carola Rackete lascia l'Italia
Carola Rackete lascia l'Italia

La capitana della Sea Watch, Carola Rackete, ha passato la sua prima notte ai domiciliari in una casa della provincia di Agrigento. La ragazza, nella giornata di lunedì primo luglio, è stata ascoltata dal gip del Tribunale di Agrigento. L’interrogatorio è durato per circa 3 ore, per l’udienza di convalida dell’arresto eseguito a Lampedusa dalla Guardia di Finanza.

La decisione sulla convalida o meno dell’arresto, che pronuncerà il gip Alessandra Vella, è attesa per la la giornata di martedì 2 luglio. La capitana si è difesa dicendo di essere entrata in porto per uno “stato di necessità”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.