Sea Watch 3: il capitano Carola Rackete è iscritta nel registro degli indagati

Il capitano della Sea Watch 3 Carola Rackete è indagata per favoreggiamento e per non aver rispettato l'alt dato dalla Guardia di Finanza

Carola Rackete
Carola Rackete

La Procura di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati Carola Rackete, il capitano della Sea Watch 3. Le accuse a suo carico, secondo quanto riportato da Repubblica, sono di “favoreggiamento e violazione dell’articolo 1099 del codice della navigazione contestato al comandante che non obbedisca all’ordine di una nave da guerra nazionale”. Un atto dovuto, secondo la procura, visto che la Guardia di Finanza, questa mattina, aveva sporto denuncia contro il capitano che il 26 giugno non aveva rispettato l’alt entrando del porto di Lampedusa. Il compito della Procura, ora, è quello di analizzare sia la condotta di Rackete sia quella delle autorità cha ancora stanno impedendo lo sbarco dei migranti.

Nelle prossime ore, inoltre, dovrebbe arrivare anche la multa per la nave della Ong, e l’azione potrebbe portare poi al sequestro della nava, se la Procura ritenesse probabile la reiterazione del reato. Il Viminale spinge per questa ipotesi, visto che il capitano della Sea Watch ha più volte rifiutato di fermarsi all’alt. Questo varrebbe come reiterazione del reato. Starà al Prefetto di Agrigento Dario Caputo decidere se firmare o meno il sequestro della Sea Watch.

Il commento dei genitori

Ekkehart Rackete, il padre della capitana Carola, ha riposto telefonicamente ad alcune domande su sua figlia: “Se sono orgoglioso di lei? Certo che sì. Preoccupato? Ma no, se la sa cavare”. Ekkehart, ingegnere 74enne, ha risposto anche a Matteo Salvini, che aveva definito Carola una “sbruffoncella”. “Si possono non condividerne i modi – ha detto Ekkehart -, ma sta facendo la cosa giusta”.

Carola su Salvini

La capitana Carola ha risposto anche a Salvini. “Non ho letto i suoi commenti, non ho tempo. Ho 40 persone, più 20 di equipaggio, quindi 60 persone di cui occuparmi. Mi tengono occupata giorno e notte. Salvini si metta in fila.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.