Sea Watch, l’attacco di Salvini: «Migranti scendono solo se il capitano sarà arrestato»

La nave Sea Watch 3 si trova attualmente a un miglio dal porto di Lampedusa. Non vi sono ancora novità in merito allo sbarco dei migranti.

Sea Watch 3 ultima ora, le parole di Matteo Salvini
Sea Watch 3 ultima ora, le parole di Matteo Salvini

La situazione della Sea Watch 3, la nave con compagnia olandese, gestita da una Ong tedesca, vede l’imbarcazione ferma a un miglio dal porto. Al momento la situazione è in fase di stallo. L’equipaggio non ha ricevuto l’autorizzazione per far sbarcare i 42 migranti a bordo del mezzo. La nave, nella giornata di ieri, mercoledì 26 giugno, ha bypassato l’alt intimato da Guardia di Finanza e dalla Guardia Costiera. Giunta a poca distanza dal porto di Lampedusa si è fermata, in attesa di ulteriori istruzioni.

Sea Watch 3, la situazione

A bordo sono saliti gli uomini delle Fiamme Gialle per chiedere i documenti del comandante Carola Rackete, donna di 31 anni proveniente dalla Germania. La nave, intanto, è circondata dalle motovedette della Guardia Costiera.

Sea Watch 3, l’attacco di Salvini

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha commentato le ultime vicende riguardanti la nave. Una situazione che ancora non si è evoluta del tutto, in un senso o nell’altro. «Non scende nessuno. A meno che non mi arrivi una comunicazione da Bruxelles e mi dicano che 21 vanno ad Amsterdam e 21 a Berlino, il capitano viene arrestato e la nave sequestrata. In questo caso la chiudiamo qui, nessun problema. E c’è – ha detto Salvini – un’evidente flagranza di reato: cosa aspetta qualcuno ad emettere un ordine di arresto».

Le sanzioni in arrivo per la Ong

Al momento, secondo quanto riportato dall’AdnKronos, le Fiamme Gialle non hanno contestato alcun reato al capitano della nave. Dopo l’ok per lo sbarco dei migranti, invece le sarà contestata il reato alla comandante che ha forzato il blocco. Il rischio della sanzione va da un minimo di 10mila a un massimo di 50mila euro. A tal proposito, infatti, da ieri la Sea Watch ha fatto partire una raccolta fondi che, dall’ultimo aggiornamento, ha raccolto meno di 4.000 euro sulla propria pagina Facebook. Ma non è la sola.

La raccolta per la Sea Watch 3

Un cittadino italiano, Franco Matteotti, ha fatto partire sui social network una raccolta fondi dal titolo “Raccolta fondi per spese legali e sanzioni per Sea Watch”. Al momento, come si vede dalla foto, sono stati raccolti oltre 83mila euro. L’importo massimo, che sarà raggiunto a stretto giro, è di 100mila euro. Non si tratta, in ogni caso, dell’unico modus operandi in favore della Sea Watch 3.

Sea Watch 3, raccolta fondi
Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.