Picchia la compagna con il bimbo in braccio: a fuoco quattro auto dei parenti

Picchia la compagna e dà fuoco a quattro automobili appartenenti ai familiari della donna. L'uomo è stato fermato dai Carabinieri.

Feto di poche settimane abbandonato a Firenze
Feto di poche settimane abbandonato a Firenze

Per ritorsione ha dato fuoco a quattro vetture dei parenti della sua compagna, che aveva picchiato con violenza assoluta fin dalle fasi della gravidanza e con il bambino in braccio. La fuga di quest’ultima dopo l’ennesima aggressione con la piccola al seno aveva fatto scattare fuga e ritorsione. I carabinieri di un paesino del Casertano, Falciano del Massico, hanno arrestato un 25enne “ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori nei confronti della ex compagna convivente. 

Picchia la compagna

“L’attività di indagini – spiega la nota dell’Arma – traeva origine dalla querela sporta dalla donna che, all’esito dell’ennesima aggressione subita dal convivente, decideva di raccontare tutto agli inquirenti, rappresentando un quadro di sistematiche violenze e vessazioni, protratte durante tutto l’arco della convivenza”.

“Nel corso delle indagini – spiega ancora il comunicato della Benemerita – consistite prevalentemente nell’assunzione di testimonianze, veniva accertato che, in alcune circostanze, il compagno aveva colpito la donna con calci, pugni e schiaffi anche quando la stessa era in avanzato stato di gravidanza e, successivamente, anche quando la compagna teneva in braccio la figlia neonata costringendola in più episodi ad allontanarsi di corsa dell’abitazione con la bambina, allo scopo di fuggire dalle violenze”. 

A fuoco alcune vetture

“Ma tutto questo non è bastato. Perché dopo l’allontanamento dell’abitazione della donna, l’indagato, non accettando la fine della relazione, perseguitava la ex compagna, intimidendola con continui messaggi, sia direttamente che tramite la madre (dove la donna aveva trovato riparo), condotte culminate con l’incendio, per ritorsione, di quattro autovetture di proprietà di persone legate a loro e parcheggiate nei pressi della loro abitazione”. L’uomo è stato condotto in carcere per gli adempimenti giudiziari relativi alla sua delicata situazione penale. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.