Diocesi di Torino disponibile ad accogliere i migranti, Salvini dice no

Il monsignore Cesare Nosiglia della diocesi di Torino si era offerto di accogliere i migranti ora a bordo della Sea Watch. Secca però la risposta di Matteo Salvini.

Salvini risponde alla diocesi di Torino
Salvini risponde alla diocesi di Torino

Il monsignore Cesare Nosiglia della diocesi di Torino si era offerto di accogliere i migranti ora a bordo della Sea Watch. Secca però la risposta di Matteo Salvini: “Per chi non rispetta la legge i porti sono chiusi”. Poi Salvini, per mezzo del suo profilo Facebook, ha incalzato: “Potrà destinare i soldi della Diocesi per aiutare 43 Italiani in difficoltà”.

Salvini risponde alla diocesi di Torino

La risposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini alla proposta dell’arcivescovo di Torino ha fatto discutere. Quest’ultimo si era dichiarato disponibile ad accogliere i migranti che da circa 10 giorni si trovano a bordo della Sea Watch. “La diocesi di Torino è disponibile ad accogliere le 43 persone che sono a bordo della Sea Watch al largo di Lampedusa, senza oneri per lo Stato, perché al più presto si possa risolvere una situazione grave e ingiusta“. E ancora: “Come vescovo e come cristiano sento tanta sofferenza“.

Non c’è stato però nulla da fare. La risposta di Matteo Salvini è stata come al solito decisa e implacabile. “Per chi non rispetta la legge i nostri porti sono chiusi”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.