Arresti a Lecce per sgominare un clan mafioso: indagato anche il sindaco di Scorrano

Un blitz notturno contro la mafia ha portato a 30 arresti a Lecce; tra gli indagati per concorso esterno anche il sindaco di Scorrano

Mafia foggiana
Mafia foggiana

I carabinieri hanno eseguito nella notte trenta arresti a Lecce nella zona magliese. Dei30 arrestati, 19 persone sono finite in carcere invece ai domiciliari. Tra gli indagati per concorso esterno, secondo quanto riporta il Quotidiano di Puglia, ci sarebbe anche il Sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli. Per lui, l’accusa è di essere in relazione con gli esponenti del clan grazie all’intermediazione di Massimiliano Filippo.

Arresti a Lecce, tra gli indagati il sindaco di Scorrano

Secondo gli inquirenti, durante le elezioni amministrative del 2017 da cui è uscito vincitore Stefanelli, il clan avrebbe promesso voti in cambio di appalti. La stessa cosa sarebbe avvenuta per le elezioni politiche del 2018, in cui i voti sarebbero dovuti andare al candidato della coalizione di centro-destra, Luciano Cariddi – risultato estraneo ai fatti. Implicato nell’indagine anche Giuseppe Amato, noto pregiudicato della Sacra Corona Unita.

Le indagini si sono dipanate a partire dal 2017, e hanno come fulcro le accuse nei confronti delle persone implicate quelle di associazione mafiosa, attentati, detenzione di armi, esplosivo e droga. L’organizzazione, emergente ma ben strutturata, avrebbe mantenuto il controllo su un vasto territorio, da Maglie a Scorrano fino a Otranto grazie ad attentati e intimidazioni.
 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.