Rapina in casa in pieno giorno: 21enne accoltellato da banda rom

Un 21enne di Ostia Antica è stato accoltellato con un cacciavite da una banda rom entrata in casa sua in pieno giorno per svaligiarla.

Banda rom accoltella 21enne
Banda rom accoltella 21enne

Un 21enne di Ostia Antica è stato accoltellato da una banda rom entrata in casa sua in pieno giorno per svaligiarla. Il ragazzo si trova adesso ricoverato all’ospedale San Camillo in condizioni disperate. La banda rom sarebbe composta da due uomini e una donna. Le Forze dell’Ordine stanno battendo senza sosta le campagne circostanti per rintracciarli.

Rapina in casa in pieno giorno

I tre componenti della banda, secondo una prima ricostruzione, erano convinti che in casa non ci fosse anima viva. Le finestre erano infatti chiuse e le tapparelle abbassate. Hanno quindi deciso di scavalcare il cancello e sono entrati in casa. Il giovane sarebbe stato ferito con un cacciavite, che la banda utilizzava per rompere le serrature. Il 21enne, infatti, che stava dormendo, si sarebbe svegliato e avrebbe provato a reagire istintivamente per salvare i suoi risparmi e quelli di sua madre.

E’ stata proprio la madre, ancora sotto choc, a raccontare quello che è successo nella loro abitazione. “Erano soldi che servivano a pagare le bollette”, ha dichiarato disperata. Secondo quanto raccontato dal Messaggero, il 21enne sarebbe stato colpito al torace.

Caccia alla banda rom

I tre componenti della banda sono immediatamente scappati. Sono stati però riconosciuti da alcuni vicini, che hanno provveduto a chiamare le Forze dell’Ordine e a fornire loro una descrizione dei malviventi. I vicini si sono adoperati anche per soccorrere il giovane, che si è ritrovato con un polmone perforato. Ora si trova ricoverato all’ospedale San Camillo di Roma.

Non è la prima volta che in zona accadono episodi simili. Gli abitanti del quartiere avevano anche organizzato delle ronde per proteggersi. Zona abbandonata, ora abbiamo paura”, dicono. La madre della vittima intanto non si dà spiegazioni: “Ancora non mi spiego come possa essere accaduto. Ringrazio i vicini che hanno soccorso mio figlio. Quando sono entrata era tutto in disordine. Era meglio se glieli lasciava prendere quei soldi. Il denaro non vale la salute di mio figlio”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.