Scontro aereo fra Tornado con 4 vittime: ufficiali rinviati a giudizio

Quella missione rivelatasi poi mortale venne pianificata con negligenza e senza il rispetto di parametri tecnici adeguati, almeno secondo l'accusa.

Scontro aereo fra Tornado
Scontro aereo fra Tornado

Quella missione rivelatasi poi mortale venne pianificata con negligenza e senza il rispetto di parametri tecnici adeguati, almeno secondo l’accusa. Rinviati a giudizio i due alti ufficiali dell’Aeronautica indagati per il tremendo incidente aereo fra due Tornado di cinque anni fa. Dopo una lunghissima fase di indagine la magistratura ha chiesto e ottenuto che rispondano in aula delle loro azioni Bruno di Tora, casertano di 47 anni e Fabio Saccottelli, di 43 anni e residente a Verbania. Secondo il gup del Tribunale di Ascoli Piceno Rita De Angelis i due meritano il processo per le responsabilità che a diverso titolo la Procura attribuisce loro per lo scontro fra Tornado avvenuto nei cieli di Ascoli ad agosto del 2014.

Scontro aereo fra Tornado

All’epoca dei fatti Di Tora era il comandante del 154/o Gruppo, “al quale – secondo Caserta News – era affidata la responsabilità della pianificazione dell’esercitazione in cui persero la vita i capitani Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese”.

Saccottelli è stato rinviato a giudizio invece in quanto capo cellula dell’aera di pianificazione poi interessata da quel temendo botto. I due militari erano in servizio presso la base di Ghedi, “da cui i due velivoli si levarono in volo per l’esercitazione”. A loro carico accuse, sostenute dal Procuratore Capo Umberto Monti, per omicidio colposo e disastro aviatorio colposo. Il processo inizierà il prossimo 28 ottobre.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.