Fiction prodotta da Valsecchi su Ilaria Cucchi

"Il Coraggio di Ilaria", potrebbe chiamarsi così una fiction prodotta da Pietro Valsecchi sulla storia della sorella della vittima del pestaggio mortale.

Ilaria Cucchi querela Matteo Salvini
Ilaria Cucchi querela Matteo Salvini

“Il Coraggio di Ilaria”, potrebbe chiamarsi così una fiction prodotta da Pietro Valsecchi sulla storia della sorella della vittima del pestaggio mortale da cui era scaturito il delicato processo che si sta avviando a conclusione. Il caso di Stefano Cucchi ha sempre più grip mediatico, dopo il fortunato e sconvolgente film sulla vicenda che aveva portato alla morte del geometra romano, pare che tocchi alla sorella di Stefano, Ilaria, cimentarsi con il mondo della fiction per portare avanti la battaglia di giustizia sull’uccisione di suo fratello.

Il film “Sulla mia pelle” di Netflix, grazie anche alla spettacolare e sofferta interpretazione di Alessandro Borghi, aveva riscosso un successo straordinario. Da quella trama, mutata da un vissuto se possibile ancora più sofferto, era emersa, giganteggiante, la figura della sorella di Stafano: indomita, testarda, capace di smuovere le montagne pur di arrivare alla verità sulla morte del fratello. Una figura troppo ricca di pathos e fibra per non risultare appetibile per altri cimenti catodici. Così è stato. “Dopo Stefano – si legge su Giornalettismo – ora Ilaria Cucchi diventerà protagonista. L’accordo è stato siglato da Ilaria Cucchi e Pietro Valsecchi, con tanto di fotografia da pubblicare sui social a suggellare l’impegno. Una serie destinata al piccolo schermo che racconterà la storia di Stefano attraverso il punto di vista della sorella Ilaria, che nel film Netflix era stata interpretata con grande intensità da Jasmine Trinca. Non si sa chi le presenterà il volto nel progetto di Taodue”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.