Ong tedesca chiama una nave Matteo S. per protestare contro i porti chiusi

Una nuova nave sta pattugliando da tre giorni il mediterraneo e il suo nome è a dir poco provocatorio. Si chiama Matteo S.

Matteo S.
Matteo S.

Una nuova nave sta pattugliando da tre giorni il mediterraneo e il suo nome è a dir poco provocatorio. Si chiama Matteo S., questo il nome della nave: una palese sfida a chi ha voluto “chiudere i porti”. #Yachtfleet è il nome della missione, anche se molti credono che sia più che altro una sfida e una provocazione. La nave, hanno annunciato con un post, si sta adesso avvicinando alla Libia.

Ong tedesca chiama una nave Matteo S.

La Matteo S. non è l’unica nave delle Ong che sta attraversando il Mediterraneo in questo momento. Una seconda nave si chiama Sebastian Kurz, ex cancelliere austriaco che come Salvini si è opposto alle Ong.

L’equipaggio della nave ha lasciato un annuncio: “Ci stiamo avvicinando alla zona Sar libica, la probabilità di trovare barche in difficoltà diventa più grande, siamo pronti per l’emergenza. Il salvataggio marittimo è un dovere, come affermato nella Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. Ma l’UE sta criminalizzando i soccorritori e cercando di prevenire il salvataggio in mare con tutti i mezzi. Non lo accettiamo”.

Tuttavia, come riferisce il Giornale, le due navi, a vela, non sono attrezzate per soccorrere i migranti in mare. In ogni caso, hanno fatto sapere che, in caso di avvistamenti in mare, entreranno in azione. Matteo Salvini, comunque, ha ribadito: “Per chi vuole entrare nel nostro Paese senza chiedere permesso i porti restano chiusi. Chi fugge dalla guerra può e deve arrivare in Italia, senza doversi affidare a trafficanti di esseri umani o a navi pirata“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.