Bambino morto a Mirabilandia: al vaglio i filmati delle telecamere

Un bambino di 4 anni e morto al parco divertimenti di Mirabilandia, a Ravenna, nonostante l'intervento dei bagnini della struttura

Bambino morto a Mirabilandia
Bambino morto a Mirabilandia

Un bambino di 4 anni è morto a Mirabilandia, il parco divertimenti a Ravenna. Quella che doveva essere una giornata di divertimenti si è trasformata in pochi istanti in tragedia. Il piccolo, infatti, si è trovato in difficoltà in acqua, ed è stato soccorso dai bagnini.

Bambino morto a Mirabilandia

Secondo le prime ricostruzioni, il bambino si trovava a Mirabeach, il parco acquatico all’interno di Mirabilandia. In particolare, la tragedia sarebbe avvenuta, secondo Ravenna Today, nell’area della “Laguna del Sol”. L‘ingresso alla vasca è vietato ai minori di tre anni, e dai 3 ai 6 anni i bambini devono essere accompagnati. Il piccolo, di Castrocaro, è morto annegato, anche se i bagnini presenti sul posto hanno prestato soccorso, insieme al personale del 118 intervenuto. Una volta fuori dall’acqua, i soccorritori hanno tentato di rianimarlo ed è stato trasportato d’urgenza all’ospede di Ravenna. Tuttavia, nonostante i soccorsi tempestivi, per il bimbo di 4 anni non c’è stato nulla da fare.

L’analisi dei filmati

Ora sul caso indaga la polizia di Milano Marittima, che sta passando in rassegna i filmati delle telecamere di sorveglianza del parco acquatico di Mirabilandia. Il direttore generale del parco, Riccardo Marcante, ha fatto sapere di non poter rilasciare dichiarazioni proprio a causa delle indagini che sono in corso, con cui tutto lo staff sta collaborando. Ma in una nota ha fatto sapere che “tutti noi dipendenti, collaboratori e manager di Mirabilandia vogliamo esprimere il nostro profondo dolore e la nostra vicinanza ai genitori e ai parenti per questa gravissima perdita. Siamo in stretto contatto con la famiglia che ha il nostro totale supporto”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.