Palazzo occupato da Casapound a Roma: costa all’erario 4,6 milioni di euro

Il palazzo occupato da CasaPound a Roma costa alle casse dell'erario un cifra considerevole: 4 milioni e 600 mila euro.

CasaPound vince la causa contro Facebook
CasaPound vince la causa contro Facebook (foto repertorio)

Il palazzo occupato da CasaPound a Roma costa alle casse dell’erario un cifra considerevole: 4 milioni e 600 mila euro. Questo il danno generato da un’occupazione vecchia di oltre 15 anni e mai risolta. Lo hanno stabilito i magistrati della corte dei conti di Roma. Ora, come scrive il Messaggero, toccherà a 9 dirigenti dell’Agenzia del Demanio e del Miur, proprietario dell’immobile di via Napoleone III, mettere mano ai portafogli e risarcire la somma dovuta.

Palazzo occupato da Casapound a Roma

Le persone indagate erano all’inizio 12, ma tre sono decedute negli ultimi anni. Il palazzo occupato è di proprietà dello Stato. Nel 1958 è stato concesso in uso governativo dal ministero delle Finanze al ministero della Pubblica Istruzione. Tuttavia, durante un trasloco dei vecchi uffici, è stato occupato dai militanti di CasaPound.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.