Acido in bocca al padre della rivale, 30 anni all’infermiera killer

L’infermiera killer è stata condannata a trenta anni di reclusione con l’accusa di omicidio. La donna ha iniettato dell’acido In bocca a un paziente.

Infermiera killer, la condanna
Infermiera killer

Trent’anni di carcere, questa la pena inflitta da un tribunale molisano ad un’ex infermiera, indagata e processata per aver ucciso con l’acido cloridrico, il 22 giugno 2016, un paziente a cui prestava cure nell’ospedale della cittadina di Venafro, in provincia di Isernia. La donna, A.M., venne indagata dalla Procura della Repubblica per aver compiuto quel gesto criminale. Si trattò di una ritorsione contro una sua collega che l’aveva scavalcata in questioni di lavoro legate ad un trasferimento.

Infermiera killer, la storia

La vittima era infatti il padre della “rivale” della donna riconosciuta colpevole in primo grado. Secondo gli atti confluiti in quel delicatissimo dibattimento, “l’infermiera killer” si recò in un negozio specializzato ed acquistò dell’acido cloridrico. Successivamente provvide poi ad iniettare con una siringa direttamente in bocca alla sua vittima, il 76enne C.V. approfittando delle sue mansioni.

L’uomo era ricoverato da tempo e sua figlia, collega della condannata, proprio in virtù della presenza del genitore presso il nosocomio dove lavorava, era uscita indenne da una campagna di trasferimenti ad altre sedi che invece aveva colpito la presunta killer (in Italia esistono tre gradi di giudizio, giova rammentarlo).

Le indagini sul caso e la condanna

Le risultanze delle indagini delegate dagli inquirenti ai Carabinieri, con acquisizione dei filmati delle telecamere sia dell’ospedale che del negozio ove avvenne l’acquisto di acido, hanno comunque trovato riscontro parzialmente completo nella sentenza di primo grado.

Il Pm aveva infatti chiesto l’ergastolo ma il tribunale ha deciso che donna dovrà scontare 30 anni di carcere per omicidio volontario pluriaggravato, sarà interdetta a vita dai pubblici uffici e dovrà risarcire mezzo milione di euro ai familiari della vittima.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.