Alitalia, Lotito formalizza l’offerta di acquisizione

Alitalia, Lotito formalizza la proposta di acquisizione entrando nei giochi insieme a Fs, Delta Airlines e Mef, ma ancora poche sono le notizie

Alitalia, Lotito formalizza la proposta
Alitalia, Lotito formalizza la proposta

Alitalia, Lotito, il presidente della SS Lazio, ha formalizzato l’offerta di acquisizione dell’aviolinea. Oltre alle indiscrezioni sulla sua partecipazione alla partita, non sono trapelate notizie riguardanti il contenuto dell’offerta. Anche perché lo stesso Claudio Lotito si trincera dietro al no comment, irritato per il fatto che la notizia fosse già stata resa nota. “Non posso esprimere alcun giudizio, era riservata”, ha infatti commentato.

Alitalia, Lotito ci pensava già da tempo

Ma Lotito fa il filo ad Alitalia già da tempo, se nell’aprile del 2008 diceva: “Ho salvato la Lazio posso farcela con Alitalia”, al tempo del ciclone con Air France. All’epoca, del salavataggio della lazio raccontava che era un’impresa quasi disperata. “Ci sono riuscito lavorando giorno e notte, facendo spesso l’alba nel mio ufficio. Come? Incrementando i ricavi e soprattutto riducendo i costi. Ai dirigenti ho tagliato lo stipendio del 50%, mi hanno fatto causa ma non c’era altra strada da percorrere. E, in quanto ai giocatori, ho ridotto dell’80% il monte ingaggi ma la squadra è rimasta competitiva. Mi dovrebbero dare il premio Nobel per il rapporto costi-benefici…Chi me l’ha fatto fare? E’ che mi piacciono le sfide al limite” , diceva. E su Alitalia, già allora sosteneva di avere già “due o tre idee in proposito”

La proposta di Lotito arriva tre giorni prima della scadenza delle offerte, e ora si dovrà attendere di vedere come si comporrà il mosaico Alitalia. Quello che è già certo è che Ferrovie interverrà con una quota del 30%, Delta Airlines del 15% e il Mef con un altro 15%. Con le quote già stabilite si arriva quindi al 60%, e manca all’appello un altro 40% che però sembrava dovesse essere acquisito da autostrade e trasporti, più che dal mondo del calcio.

Gli altri attori sul dossier Alitalia

Tanto è vero che i riflettori erano puntati su Atlantia. Che però ha ribadito “che sulla vicenda Alitalia la sua posizione non è cambiata rispetto alle ripetute dichiarazioni pubbliche del ceo Giovanni Castellucci. Nessun fondamento quindi possono avere notizie circa presunti accordi, ancorché preliminari, per una eventuale partecipazione alla newco Alitalia”. del resto, spiega il gruppo, “pur essendo molto attenta al futuro di Alitalia in considerazione della sua importanza per Aeroporti di Roma, attualmente Atlantia è già impegnata in Italia su numerosi e complessi fronti”.

C’è poi un altro attore sulla scena, il gruppo Toto, che parrebbe essere molto attivo sul fronte Alitalia, anche con proposte in materia di governace. Ma su questa partecipazione ci sarebbe l’opposizione non solo di Fs, che invece vede di buin occhio Atlantia, ma anche quello di Delta Airlines.

E poiché il 15 giugno è dietro l’angolo, si parla di una nuova proroga, che secondo il Ministro Toninelli non costituirebbe “assolutamente un problema“. Mentre il leader della Lega Matteo Salvini pare d’accordo con la posizione di Fs e Delta, definendo Atlantia un “partner naturale”. E sottolineando poi: “A me basta che si tutelino 11 mila posti di lavoro e che l’Italia abbia una compagnia di bandiera efficiente e che guardi al futuro, che cresca e compri aerei”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.