Scoperta rete di spacciatori nelle scuole di Roma: indagati 22 studenti

Scoperta, o per meglio dire riscoperta, fitta rete di spacciatori nelle scuole di Roma. La base era uno dei principali licei della Capitale, il Virgilio.

Rete di spacciatori nelle scuole di Roma
Rete di spacciatori nelle scuole di Roma

Scoperta, o per meglio dire riscoperta, fitta rete di spacciatori nelle scuole di Roma. La base era uno dei principali licei della Capitale, il Virgilio. Gli studenti-spacciatori si erano divisi i compiti talmente bene da fare invidia al cartello di Medellín. Sentinelle strategicamente distribuite erano in grado di avvistare le Forze dell’Ordine, riconoscere gli agenti in borghese, e avvertire per tempo i colleghi spacciatori. Gli studenti sono stati incastrati solo perché alcuni cellulari degli spacciatori erano intercettati.

Rete di spacciatori nelle scuole di Roma

La rete di spacciatori aveva il suo nodo cruciale appunto al Virgilio di Roma. La banda poteva contare su molti “affiliati”, delle stessa scuola o di altre. 22 gli studenti, da poco maggiorenni, indagati per spaccio.

L’indagine è stata portata avanti dai carabinieri della compagnia Roma centro. Ma è un’indagine che, per molti aspetti, è il secondo capitolo di un altro lavoro degli investigatori. In passato, infatti, era emerso un fitto traffico di droghe leggere nel cortile dello stesso istituto Virgilio di Roma. Tuttavia, la nuova inchiesta fa luce su un traffico di droghe leggere ben più ampio.

Gli studenti-spacciatori

Gli spacciatori, tutti giovanissimi, trafficavano in molti istituti dei quartieri di Monteverde, Prati e Trastevere. La Procura aveva deciso di vederci chiaro e andare più a fondo nella questione dopo che addosso a 4 spacciatori erano stati trovati 2 chilogrammi di marijuana e duemila euro in contanti. Le Forze dell’Ordine sono arrivate anche a un appartamento di Monteverde utilizzato come base dello spaccio. L’appartamento era messo inconsapevolmente a disposizione da una madre di una delle ragazze coinvolta nel traffico.

Il gruppo comunicava tutto e si coordinava su Telegram, in modo da poter successivamente cancellare i messaggi. 5 i giovanissimi a capo della banda, che usavano dei “corrieri”, 17, per smistare gli stupefacenti nelle varie scuole.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.