Post sulla scorta a Saviano, il Consiglio Ue bacchetta Salvini

Il Consiglio d'Europa va giù duro contro le recenti minacce del ministro dell'Interno Matteo Salvini per togliere la scorta a Roberto Saviano.

Inchiesta Report su 480mila euro della Lega versati a una barista
Inchiesta Report su 480mila euro della Lega versati a una barista

Il Consiglio d’Europa va giù duro contro le recenti minacce del ministro dell’Interno Matteo Salvini per togliere la scorta a Roberto Saviano. Nella piattaforma apposita creata per censire gli “alert” in merito alla protezione dei giornalisti, il CdE ha chiaramente parlato di “una intimidazione attribuibile allo Stato” riferendosi all’episodio social in questione. Salvini aveva infatti postato la sua opinione, sardonicamente espressa ma con inequivocabili tono di possibile attuazione concreta, lo scorso 29 maggio. Secondo Giornalettismo “il caso è stato inserito tra quelli di massima pericolosità per l’incolumità dei giornalisti”.

Il video è quello famoso in cui il vice premier leghista invia il famoso bacio a Saviano, corredando il gesto con la frase “un bacione a Saviano. Sto lavorando a una revisione dei criteri per le scorte che impegnano ogni giorno in Italia più di duemila lavoratori delle forze dell’ordine”. E il Consiglio d’Europa ha stigmatizzato la faccenda con durezza: “Questa non è la prima volta che Salvini minaccia Saviano di togliere la protezione della polizia (era già successo nel 2017)”.