Ponte Morandi, al via la demolizione delle case in via Porro

Ponte Morandi, al via la demolizione delle case in via Porro, che si trovano appena sotto il moncone del ponte crollato il 14 agosto scorso

Ponte morandi demolizione case
Ponte Morandi, inizia la demolizione delle case di via Porro, che si trovano appena sotto i monconi del Ponte crollato il 14 agosto scorso

Ponte Morandi, al via la demolizione delle case di via Porro sotto i monconi del ponte genovese crollato lo scorso 14 agosto. In mattinata sono infatti iniziate le operazioni preliminari alla vera e propria demolizione. Questa comincerà nel pomeriggio dalla palazzina al numero 10. Le demolizioni previste continueranno per tutta la settimana.

Al via la demolizione delle case sotto il Ponte Morandi

Sul posto sono arrivate grandi gru, e gli addetti hanno allestito per strada alcune barriere. Nella zona, le forze dell’ordine hanno chiuso via Fillak, per consentire la sicurezza delle operazioni. Per aggirare il problema delle polveri derivate dalla lavorazione saranno azionati appositi nebulizzatori. Per quanto rigaurda la demolizione, invece, si metteranno in funzione escavatori e pinze idrauliche.

Ponte Morandi, i disagi per le famiglie

Alcuni camion hanno portato sul posto grandi contenitori in modo. Così si potranno raccogliere le ultime masserizie rimaste all’interno delle case che verranno demolite. Invece, gli abitanti delle case che si trovano sotto i monconi del ponte hanno abbanonato le abitazioni subito dopo il crollo, il 14 agosto 2018.

Alle famiglie della zona arancione, quella maggiormente colpita dai disagi legati al crollo e alla demolizione, grazie al Decreto sblocca cantieri, sono riservati 7 milioni di euro di risarcimento. Che ripartiti sulle 980 famiglie lì residenti fanno una media di 7mila euro. Una cifra che è “esattamente la metà di quanto chiesto dai comitati di cittadini”, denuncia il gruppo Pd in consiglio regionale. Che ribadisce, nella stessa nota, come i fondi messi a disposizione non siano sufficienti per “dare un ristoro adeguato ai disagi”.

Ma in Regione, come riporta Repubblica, si dicono soddisfatti “per aver concluso in tempi brevi, nel migliore dei modi e in totale sintonia con tutti i soggetti coinvolti, la ripartizione dei fondi previsti dal decreto sblocca cantieri e destinati ai residenti interferiti dalla demolizione e ricostruzione del ponte”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.