Quote Tonno in Sicilia, è scontro fra Micciché e la Lega

Sulle quote del tonno non si placano le polemiche. La diatriba politica continua tra Gianfranco Micciché, esponente di Forza Italia, e la Lega.

Quote tonno, è scontro in Sicilia
Quote tonno, è scontro in Sicilia (foto Wikipedia)

Sulle quote tonno per la Regione Sicilia è ormai scontro aperto. L’abbassamento delle stesse, che da molti viene visto come il colpo di grazia all’economia ittica regionale, incarnata dalla tonnara di Favignana, ha scoperto il nervo dei rapporti politici fra la classe dirigente isolana e la Lega, “rea” di aver battezzato il provvedimento a livello ministeriale.

Quote tonno, la diatriba in Sicilia

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Micicchè, leader di Forza Italia aveva attaccato duramente la decisione: “Oggi è morta la Tonnara di Favignana. Lo ha deciso un sottosegretario della Lega e la cosa non mi dà pace”. La stoccata era rivolta all’assessore regionale leghista Edy Bandiera, che aveva dato la new. Parlando di Favignana, Micciché aveva rincarato la dose: “L’azienda Nino Castiglione, con un enorme sforzo economico e con il sostegno della giunta Musumeci, aveva da poco riaperto la storica struttura dando lavoro a centinaia di maestranze, restituendo al mondo una tra le più grandi tonnare del Mediterraneo e dal passato glorioso”.

Al forzista ha replicato il sottosegretario alle Politiche agricole Franco Manzato: “Abbiamo dato la possibilità concreta di far ripartire la tonnara di Favignana, chiusa da oltre dieci anni e quella di Cala Vinagra; la ripartizione delle quote di tonno nel decreto che ho firmato ieri è stata fatta su chiari principi di equità e tenendo conto dei dati storici delle catture delle singole tonnare”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.