Gang degli scooter, di nuovo in manette l’uomo che picchiò Vittorio Brumotti

Aveva aggredito Vittorio Brumotti qualche tempo fa. Il giovane è stato arrestato nuovamente con l'accusa di far parte della cosiddetta "gang degli scooter".

Arrestato nuovamente l'aggressore di Vittorio Brumotti
Arrestato nuovamente l'aggressore di Vittorio Brumotti


Arrestato il picchiatore di Vittorio Brumotti di Striscia la Notizia. Con lui altri due giovani che facevano parte della famosa “gang degli scooter” che aveva messo a segno oltre 31 colpi a Napoli fra luglio e dicembre dell’anno scorso. I Carabinieri di Fuorigrotta hanno chiuso il cerchio intorno al gruppo che, il 22 gennaio 2018 e per esplicita azione criminale di un solo componente, non aveva gradito l’incursione dell’inviato di Antonio Ricci nel Rione Traiano per documentare il degrado e l’incidenza del crimine in una zona proprio in questi giorni attenzionata da un importante blitz dell’Antimafia.

L’aggressione a Vittorio Brumotti

Il “picchiatore” è un 20enne di San Marco Evangelista, E.S.. Con lui in manette sono finiti anche A.F., 39 anni, e I.F., 23 anni. Il campo di azione della banda era stato da tempo circoscritto: da Piazzale Tecchio a viale Giulio Cesare passando per viale Augusto e via Lepanto, per il Vomero, via Kagoshima e via Merliani. Ad alcuni componenti del terzetto gli inquirenti contestano anche due estorsioni con la tecnica del “cavallo di ritorno”. Proprio in una di quelle specifiche circostanze la vittima di un furto si rivolse direttamente al 20enne di San Marco Evangelista.

Il giovane all’epoca era ai domiciliari nel Rione Traiano proprio in seguito all’arresto per l’aggressione avvenuta il 22 gennaio 2018 ad una troupe televisiva di ‘Striscia la Notizia’ guidata da Vittorio Brumotti, che stava girando un servizio tra le palazzine del Rione. Secondo Caserta News “la vittima lo trovò affacciato alla finestra e chiese il suo aiuto per recuperare il motorino. E.S. si informò sul modello e la targa quindi in qualche minuto rispose che lo avevano preso ‘loro’. Poi gli spiegò che avrebbe dovuto pagare 250 euro quindi, dopo il pagamento, indicò alla vittima il luogo in cui lo scooter era parcheggiato”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.