Bambini scomparsi in Italia: il dramma di cui pochi parlano

Bambini scomparsi in Italia, i dati sono allarmanti: scompare un bambino ogni settimana. E, di questi, soltanto il 18% dei bambini viene ritrovato.

Bambini scomparsi in Italia
Bambini scomparsi in Italia

Pochi ne parlano, tranne quando un caso diventa clamoroso. Questo perché, da sempre, riportare notizie sulle sparizione di bambini o minori getta nello sconforto e nella rabbia la popolazione, che a sua volta perde fiducia nelle istituzioni. Ma noi di CiSiamo.info riteniamo che sia giusto informare sulla questione dei bambini scomparsi in Italia, non fosse per contribuire, almeno in parte, a tenere alto il livello di attenzione dei genitori e per chiedere alle istituzioni di fare di più.

Bambini scomparsi in Italia

I numeri e i dati sui minori scomparsi in Italia sono allarmanti. Telefono Azzurro, in occasione della Giornata mondiale sul tema, ha rilasciato un drammatico report. In Italia, secondo gli ultimi dati, scompare un bambino ogni settimana. E, di questi, soltanto il 18% dei bambini viene ritrovato.

Alcune volte i bambini scompaiono perché sottratti da un genitore. Alcune volte scompaiono nel nulla dopo essere fuggiti dal luogo in cui vivono. In molti casi, però vengono rapiti. Particolarmente in pericolo sono i bimbi stranieri, magari senza genitori. Il rischio, in questi casi, è che diventino vittime di tratta o di sfruttamento.

Bambini scomparsi in Europa

Quella dei bambini scomparsi, però, è una piaga anche europea. Nel Vecchio Continente scompaiono 1 milione di bambini ogni anno. Inoltre, spesso un bambino viene ritrovato in un Paese diverso da quello da cui è scomparso. Per questo, il Presidente di Telefono Azzurro, Ernesto Caffo, ha ribadito la necessità di operazioni di intervento da avviare con la cooperazione di ogni Paese.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.