Vescovo di Ventimiglia precisa: “Non sono d’accordo con Salvini”

Un titolo falso e Salvini che senza andar troppo per il sottile ne ha colto l'usta propagandistica, ma il vescovo di Ventimiglia smentisce

Vescovo di Ventimiglia
Vescovo di Ventimiglia, Antonio Suetta

Un titolo falso e Salvini che senza andar troppo per il sottile ne ha colto l’usta propagandistica, ma il vescovo di Ventimiglia smentisce di aver mai sposato la linea del ministro leghista sugli sbarchi di clandestini. Vicenda complessa e al contempo semplice, quella che vede in queste ore al centro dell’attenzione mediatica l’onnipresente vicepremier e titolare del Viminale e l’alto prelato ligure, Antonio Suetta.

Vescovo di Ventimiglia non con Salvini

Procediamo per gradi: pochi giorni fa, in una lettera-intervista pubblicata da Quotidiano.net, il vescovo aveva detto la sua in materia di sbarchi. A traino era comparso il post di Salvini che, impugnando un titolo che sarebbe poi finito al centro di polemiche vivacissime, aveva orgogliosamente condiviso lo stesso, che recitava: “Sugli sbarchi ha ragione Salvini”.

In buona sostanza, dal titolo si desumeva che il vescovo Suetta aveva sposato tout court la linea dura del ministro dell’Interno. Le cose però non sarebbero andate affatto così, come molti siti specializzati (Bufale.net su tutti) hanno potuto appurare con ricerche più sistematiche. E non a caso proprio lo stesso vescovo, in queste ore, ha smentito categoricamente (fonte Riviera24) di aver mai sostenuto concetti o tesi che facessero da endorsement alla linea di Salvini sugli sbarchi, che è notoriamente dura. “E’ stata una mascalzonata del titolista. Mentre l’intervista – ha precisato il capo della diocesi – è stata pubblicata in modo corretto così non lo è stato per il titolo”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.