Ucciso e murato in garage, secondo ergastolo per l’omicidio Ruggero

Ergastolo a Francesco De Turris, il 53enne che, in concorso con il 37enne Ciro Guarente, avrebbe ammazzato Vincenzo Ruggiero.

Delitto Ruggiero
Delitto Ruggiero

Ergastolo della Corte di Assise di Napoli a Francesco De Turris, il 53enne che, in concorso con il 37enne Ciro Guarente, avrebbe ammazzato, fatto a pezzi, sciolto nell’acido e murato in una parete il 25enne attivista gay di Parete Vincenzo Ruggiero. Quell’orrendo crimine venne commesso ad Aversa il 7 luglio del 2017. A seguito delle indagini della procura un giudice aveva già condannato Guarente, ex cuoco della marina Militare, al “fine pena mai”, ma con rito abbreviato.

Ergastolo per l’omicidio Ruggero

In queste ore è toccata al suo complice, che invece aveva deciso di affrontare un processo ordinario. Con esito eguale: ergastolo anche per lui. Secondo l’accusa e il collegio giudicante De Turris fu colui che fornì al killer l’arma del delitto, una pistola calibro 7,65. Quel crimine era restato agli annali della storia criminale, da quanto si era connotato come macabro. I resti della vittima furono trovati a Ponticelli, in un garage, ma parti del suo corpo erano rimaste irreperibili; fra di esse un pezzo di cranio.

Il cadavere di Ruggiero venne smembrato da Guarente, che lo immerse nel cemento dopo averne sciolto le parti più voluminose e, letteralmente, murò queste ultime in una parte interna del box. Secondo il faldone, la sera del delitto Guarente era andato nell’appartamento che la vittima condivideva con la trans Heven Grimaldi, che con il killer aveva una relazione.

La lite per gelosia scaturita da quel tentativo di chiarimento era sfociata poi nella violenza indicibile delle fasi vive e successive all’uccisione. Ad incastrare il killer, affaccendato a caricare il cadavere in auto, le telecamere di sorveglianza della zona. Reo confesso, Guarente aveva poi tirato in ballo De Turris. Il padre della vittima ha commentato: “Questo verdetto sicuramente non mi ridà mio figlio, ma si è esaudito il mio primo desiderio, la giustizia terrena. Ora aspetto la giustizia divina”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.