Bimba soffocata dalla madre: «Sono stata io a ucciderla»

Dopo vari versioni sull’accaduto, una madre ha confessato l’omicidio della piccola Esperanza di soli 20 mesi. La donna è rinchiusa, così come suo marito.

Femminicidio a Milano, fermato il marito
Femminicidio a Milano, fermato il marito (foto di repertorio)

Dragana Ahmetovic ha confessato di aver ucciso la bimba di etnia rom di 20 mesi. La piccola Esperanza perse la vita lo scorso mese di dicembre dopo essere stata soffocata a Cagliari.

L’ultima confessione della donna

Dopo vari tentennamenti, con diverse e variegate versioni sulla vicenda, giunge la confessione. Il marito, Slavko Seferovic, si trova attualmente detenuto a Uta: stessa cosa dicasi per la donna. Di fronte all’ennesimo interrogatorio, secondo quanto riportato da “L’Unione Sarda”, Dragana ha deciso di incolparsi.

Nessuna traccia della bimba

Al momento, però, non vi sono ancora tracce della piccola. Dal racconto della madre, la piccola Esperaza sarebbe stata gettata da un ponte nel fiume Cixerri. Per entrambi pende l’accusa di omicidio volontario, distruzione di cadavere e incendio. Gli inquirenti continuano a indagare mentre l’ultima dichiarazione è sotto la lente d’ingrandimento da parte delle forze dell’ordine.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.