Facebook chiude 23 pagine, molte erano a favore di Lega e M5s

Facebook chiude 23 pagine di fake news grazie alle segnalazioni di Avaaz, Ong impegnata in campagne sociali.

Facebook chiude 23 pagine di fake news
Facebook chiude 23 pagine di fake news

Facebook chiude 23 pagine di fake news grazie alle segnalazioni di Avaaz, Ong impegnata in campagne sociali. Le pagine chiuse avevano un totale di 2,5 milioni di follower e sono state accusate di diffondere fake news. Tra queste c’erano molte pagine (circa la metà) che erano apertamente a favore di Lega e Movimento 5 Stelle.

Facebook chiude 23 pagine

Tra le 23 pagine chiuse da Facebook c’era anche “Vogliamo il Movimento 5 stelle al Governo”. Questa, che tra l’altro, con i suoi 130.000 follower, era una delle più attive, è stata accusata di diffondere fake news di ogni genere. Qualche tempo fa, infatti, aveva attribuito a Roberto Saviano la frase “meglio salvare i profughi che aiutare i terremotati piagnucoloni”. La pagina aveva anche diffuso la fake news che vedeva Renzi “prendere accordi con Mark Zuckerberg per censurare internet”.

La pagina più seguita tra quelle vicine alla Lega era invece “Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva”. Aveva 16.000 mila follower ed è responsabile di avere diffuso un video che vedeva dei migranti distruggere una macchina dei carabinieri. Il video ha raggiunto i 10 milioni di visitatori, ma in realtà si tratta della scena di un film.

Solo l’inizio

Le 23 pagine cancellate potrebbero essere solo l’inizio. Avaaz avrebbe infatti individuato altre 104 pagine per un totale di 18,26 milioni di di follower che avrebbero violato le regole di Facebook. Tra queste ci sarebbero finte pagine in appoggio a Lega o/e M5s, catene umane, pagine antisemite e altre pagine di disinformazione.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.