Elemosiniere del Papa replica a Salvini: “Pagherò anche le sue bollette”

L'elemosiniere del Papa ha riacceso la corrente a Spin Time, nel palazzo occupato di via Santa Croce di Gerusalemme a Roma.

Elemosiniere del Papa replica a Salvini
Elemosiniere del Papa replica a Salvini

L’elemosiniere del Papa ha riacceso la corrente a Spin Time, nel palazzo occupato di via Santa Croce di Gerusalemme a Roma. “Sono intervenuto personalmente – ha dichiarato Konrad Krajewski – per riattaccare i contatori. C’erano oltre 400 persone senza corrente, con famiglie, bambini, senza neanche la possibilità di far funzionare i frigoriferi”.

Elemosiniere del Papa riaccende la luce

Gli attivisti di Spin Time avevano dichiarato: “Qui vivono 420 persone (tra cui 98 minorenni) e ci sono 25 realtà culturali. Ma non sarà certo il buio a fermarci. Questo è un’appello alla città di Roma”. Lo stabile era stato occupato il 12 ottobre del 2013, a scopo abitativo. Il Campidoglio non è intervenuto a pagare la bolletta della luce, per questo si è reso necessario l’intervento della Santa Sede.

La replica di Salvini

Sulla vicenda è intervenuto anche il Vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha provocato Konrad Krajewski dicendogli che adesso dovrebbe pagare anche le bollette. Ma l’elemosiniere del Papa ha subito replicato: “Da questo momento, da quando è stato riattaccato il contatore, pago io, non c’è problema. Anzi, pagherò anche le bollette di Salvini”.

Konrad Krajewski ha poi continuato: “Ci ricordiamo cosa accadde l’ultima volta che ci fu un blackout a Roma? Mancò la luce per poche ore e fu un dramma. Ecco, adesso s’immagini cosa può significare restare senza luce per sei giorni. Ci sono quasi cinquecento persone, in quel palazzo, un centinaio di bambini. Conosco la situazione da tanto tempo. Dal Vaticano mandavamo l’ambulanza, i medici, i viveri. Stiamo parlando di vite umane”.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.