Traghetto in avaria, ultime notizie da un passeggero: “In mare da due giorni”

Un traghetto Ancona - Spalato è in avaria da ieri notte alle 3. Un passeggero racconta in diretta a Ci Siamo le condizioni sulla nave e le manovre di salvataggio.

Il traghetto Ancona- Spalato Aurelia ha passato 40 ore in mare, dopo l’avaria ai motori che lo ha spinto a 50 miglia da Spalato. Alle tre di ieri notte i motori del traghetto Aurelia hanno smesso di funzionare, e l’imbarcazione è quindi in balia del mare forza 7.

L’allarme, riporta Il Messaggero, era stato dato da un passeggero. “Da sette ore i motori sono in avaria, il mare è molto grosso, forza 7, più volte è stato annunciato l’arrivo di un rimorchiatore ma non l’abbiamo ancora visto”, aveva fatto sapere. Il traghetto, della compagnia Snav, era partito alle 20 da Ancona, e sarebbe dovuto arrivare a Spalato ieri mattina. A bordo, secondo Il Messaggero, ci sarebbero 250 persone.

La testimonianza in diretta dal traghetto in avaria

Secondo quanto riferisce un passeggero, che ha contattato la redazione di Ci Siamo, l’arrivo del rimorchiatore era previsto per le 15. Il passeggero racconta: “Quando è avvenuta l’avaria eravamo a 30 miglia da Spalato, poi senza motori la corrente ci ha trascinato al largo e a nord. Ora siamo a oltre 50 miglia da Spalato in balia del mare”. “Questo significa che il rimorchiatore trascinerà la nave al massimo a 5 nodi (c’è anche corrente a sfavore) e per coprire 50 miglia ci vorranno oltre 10/12h ancora! Un incubo”, prosegue. “Sono tutti anziani, una signora si è sentita male per il mal di mare”, racconta poi. “Le condizioni meteo stanno migliorando, per fortuna, è uscito un raggio di sole, ma stanotte il mare era in burrasca, con onde a 2/3 metri e vento a 30 nodi”.

Eppure, come ci racconta il passeggero, c’è qualcuno che tenta di scacciare la paura ballando: “Come sul Titanic, dove suonava l’orchestra”.

Il video dal traghetto in avaria

L’arrivo del rimorchiatore

Sono le 14.52 quando il passeggero annuncia: “Stiamo avvistando il rimorchiatore!”. Ma le cose sembrano non andare bene. “Siamo in estrema difficoltà, il rimorchiatore non riesce a fare manovra attorno al traghetto. Rischia molto con le onde e il vento”, ci raccontano dal ponte della nave.

[su_slider source=”media: 435361,435358,435359,435360″ link=”lightbox” width=”260″]

Quando finalmente il rimorchiatore risce a compiere la manovra correttamente sembra che non riesca a vincere la corrente. “Non riesce a far girare la prua del traghetto per puntare verso la costa”, ci conferma il passeggero a bordo.

L’arrivo a Spalato

Il traghetto Aurelia dunque passa la notte in pare, trainato verso Spalato, e l’arrivo in porto, come ci fa sapere il passeggero a bordo, è previsto verso le 12.30. E contrariamente a quanto successo la scorsa notte, oggi “mare calmo e giornata splendida”. Anche se restano i timori per l’attracco: “Non sarà facile ormeggiare senza motori ma solo con i rimorchiatori, vedremo…”, spiega il passeggero. E dopo poca fa sapere che “Sono arrivati altri 4 rimorchiatori per la manovra di ormeggio”.

Le condizioni del traghetto Aurelia

[su_slider source=”media: 435333,435343,435330,435345″ link=”lightbox” width=”260″]

La nave è vecchia e in pessime condizioni”, racconta il passeggero, “E’ un blocco di ruggine”. E in effetti la nave è stata costruita, insieme ad altre cinque unità, tra il 1979 e 1981 per Tirrenia.

Negli anni successivi, tra il 1986 e il 1987 al traghetto venne aggiunto un troncone di 12 metri e un altro ponte. Ma le trasformazioni dell’Aurelia erano destinate a non esaurirsi lì, perché nel 1992 vennero aggiunti altri due ponti e controcarene, in modo da mantenere una buona stabilità.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.