Agguato a Napoli in piazza Nazionale: arrestato il killer e il suo complice

Arrestato il killer agguato in piazza Nazionale, in cui è rimasta ferita la piccola Noemi, la bimba ricoverata ora ion ospedale. Insieme è stato fermato anche chi lo ha coperto in questi giorni di latitanza

Servizio tg 2
Agguato a Napoli in piazza Nazionale, Il servizio del Tg2 su Armando Del Re finisce in Vigilianza Rai

È stato arrestato l’uomo che ha ferito Noemi in piazza Nazionale lo scorso 3 maggio. Insieme all’uomo che ha sparato, Armando Del Re, le forze di polizia hanno fermato anche il fratello Antonio e una persona che gli avrebbe dato protezione nella sua latitanza di questi ultimi giorni.

Arrestato l’autore dell’agguato a Napoli in piazza Nazionale

Armando Del Re è stato identificato grazie alle telecamere di sorveglianza, ed è stato poi arrestato all’alba, nella provincia di Siena dove aveva deciso di nascondersi. Ora si cercherà di ricostruire il movente che ha portato alla sparatoria di piazza Nazionale, e quale sia la rete criminale attorno ad esso.

Chi è Armando Del Re

A finire in manette è stato Armando Del Re, detto “a pacchiana”, del rione Monterosa, poco distante dalla zona nella quale la bambina è stata colpita dal sicario che è originario dei Quartieri Spagnoli.

Il giovane è accusato di aver sparato un uomo e di aver inoltre colpito la piccola Noemi che è attualmente ricoverata all’ospedale “Santobono” di Napoli. L’altro in manette è il fratello Antonio che è stato bloccato vicino Nola e che ha favorito la fuga di Armando. I due sono stati portati presso la caserma dei Carabinieri “Pastrengo” di Napoli. L’operazione è stata possibile grazie alla collaborazione con il personale di Polizia.

Armando De Re, spietato killer della camorra, è riuscito a sparare colpendo una bambina di appena tre anni, mentre su Facebook condivideva le immagini con i suoi figli, come questa che abbiamo preso dal suo profilo Facebook.

Armando Del Re con i figli

Le parole del Procuratore Giovanni Melillo

Il Procuratore di Napoli, Giovanni Melillo

Si è tenuta in mattina una conferenza stampa presso la Procura di Napoli. A parlare è il Procuratore di Napoli Giovanni Melillo. «Sono stati fermati come indiziati di delitto Armando e Antonio Del Re. Ritenuti gravemente indiziati del tentato omicidio – ha dichiarato Melillo – della piccola noemi, della nonna della piccola e di Salvatore Norcaro. Sono stati sottoposti a fermo dopo un’operazione congiunta. Entrambi sono coinvolti nella pianificazione e nella materiale esecuzione. Le indagini si sono sviluppate molto rapidamente grazie al lavoro investigativo. Armando è l’autore mentre Antonio ha svolto un ruolo di supporto logistico: contestata anche la premeditazione e l’aggravante mafiosa».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.