Agguato a Napoli in piazza Nazionale: il video choc

Sparatoria a Napoli. Qualcuno si è messo a sparare in mezzo alla folla in piazza Nazionale, ferendo tre persone tra cui una bambina di tre anni

Sparatoria a Napoli
Sparatoria a Napoli

Sparatoria a Napoli, un feroce agguato di Camorra nel quartiere di Poggioreale, che aveva come obiettivo quello di colpire un pregiudicato. Qualcuno si è messo a sparare in mezzo alla folla in piazza Nazionale. Tre le persone che sono rimaste ferite. Tra di loro c’è anche una bambina, che ora combatte tra la vita e la morte. Il bersaglio degli spari potrebbe essere un pregiudicato di 32 anni, rimasto ferito a causa di una pallottola che gli avrebbe trapassato il torace in piazza Nazionale. L’uomo è ricoverato all’ospedale Loreto Mare. Intanto è stata convocata questa mattina una conferenza stampa per analizzare le condizioni della piccola Noemi.

Agguato in piazza Nazionale, i feriti

Nell’agguato è rimasta ferita anche una bambina di soli tre anni. Il suo sangue è ancora visibile sui tavolini del bar e sulla strada. Adesso si trova ricoverata all’ospedale Santobono in rianimazione. Le sue condizioni sono molto gravi . «Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore – ha riferito all’Ansa il direttore generale dell’ospedale Anna Maria Minicucci – conficcandosi tra le costole». La piccola è stata operata nella notte, dopo attente valutazioni sulle sue condizioni, ed è stato estratto il proiettile. Tuttavia le sue condizioni restano critiche.

La terza persona rimasta ferita è la nonna della bambina, Immacolata Molino, di 50 anni. Sarebbe stata colpita al gluteo e trasportata all’ospedale San Giovanni Bosco. 

Chi è il bersaglio dell’agguato in Piazza Nazionale

Sono gravi le condizioni di Salvatore Nurcaro, il 32enne che si ritiene possa essere il bersaglio principale dell’agguato di ieri in Piazza Nazionale. Il 32enne del quartiere San Giovanni Teduccio è ora ricoverato al Loreto Mare, e ha diversi precedenti penali. Ora gli investigatori cercano di capire quale sia stato il movente e la rete di collegamenti che gira intorno a Nurcaro, raggiunto da sei proiettili.

Le immagini

Il sito “sicomunicazione.net” ha pubblicato il video con le immagini dell’agguato nel quale è rimasta ferita la piccola Noemi. Le immagini mostrano l’uomo non curarsi della piccola colpita dallo stesso uomo che successivamente si è dato alla fuga.

I commenti della politica sull’agguato

Intervistato da Radio Capital sull’accaduto il Presidente della Camera Roberto Fico ha dichiarato: «È inaccettabile che clan si sparino in centro, a Napoli, per il controllo del territorio. Non può continuare una situazione del genere in una società civile. Questo è un fenomeno che non bisogna contenere: bisogna distruggerlo, annientarlo». E ha aggiunto:«Mi aspetto che il Ministro dell’Interno attenzioni Napoli ai massimi livelli. Io ho parlato e portato la questione all’attenzione di polizia e dirigenti. Dobbiamo debellare questo fenomeno. Bisogna agire».

Il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha analizzato e commentato la vicenda. L’esponente della Lega non ha partecipato alla manifestazione che si è tenuta a Napoli per combattere la lotta alla mafia dal titolo “DisarmiAmo Napoli”.

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha espresso vicinanza alla piccola ricoverata e alla sua famiglia.«Preghiamo per la piccola bimba che lotta per la vita al Santobono perché colpita da un proiettile di un vile criminale indegno di appartenere all’umanità», ha dichiarato. «Il pensiero e la preghiera del popolo napoletano sono con il cuore per questa innocente creatura. Siamo sconvolti, Napoli si stringe attorno alla famiglia» ha concluso Luigi de Magistris.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.