Operatrice centro accoglienza pagava minori per avere rapporti sessuali

Una operatrice di un centro accoglienza per minori di Sant'Ambrogio sul Garigliano avrebbe abusato di molti ragazzi minorenni sbarcati in Italia.

Operatrice centro accoglienza abusava di minori
Operatrice centro accoglienza abusava di minori

Una operatrice di un centro accoglienza per minori di Sant’Ambrogio sul Garigliano avrebbe abusato di molti ragazzi minorenni sbarcati in Italia e poi trasferiti al centro di accoglienza. Lei ha 34 anni e nella struttura si occupava della cucina (come riporta il Messaggero). Ora dovrà affrontare un processo per induzione alla prostituzione minorile. La donna, con tendenze pedofile, pagava i giovani con “mance” o regali.

Operatrice del centro accoglienza

Il caso, tenuto per qualche tempo riservato, è scoppiato dopo le dichiarazioni di un collega di “La Casa di Tom”, una struttura che ospita una decina di ragazzi fino a quel momento ritenuta sicura. L’accaduto sarebbe poi stato confermato da uno degli stessi ragazzi: “Ho una storia con una operatrice. Se non ci credi guarda la foto”. Ma la sua non era una storia d’amore, ma una storia di abusi, con una vittima (per quanto inconsapevole) e con una criminale.

L’operatrice è stata assunta nel lontano 2013. E adesso stanno venendo fuori altre sue “relazioni” con gli ospiti del centro accoglienza. Molti i ragazzi chiamati dalla Procura per testimoniare. Questo caso ricorda quello di poche settimane fa, quando a essere accusato di violenza sui minori era nientemeno che il presidente della Onlus MamAfrica.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.