Morte di Giulio Regeni, Conte: “Sono insoddisfatto, voglio la verità”

Il Premier Giuseppe Conte, in visita a Pechino, ha trovato il tempo per rispondere a una domanda sul caso della morte di Giulio Regeni.

Giulio Regeni
Giulio Regeni

Il Premier Giuseppe Conte, in visita a Pechino, ha trovato il tempo per rispondere a una domanda sul caso della morte di Giulio Regeni. C’è insoddisfazione perché a distanza di tempo non c’è ancora nessun concreto passo avanti. Sono diversi anni che tentiamo varie iniziative. Il modo più efficace per me per un risultato è spendere la mia influenza con il governo egiziano, io parlo con Al Sisi non con la magistratura. Continuerò su questa strada, non mi fermerò fino a quando non avrò una verità plausibile”.

Morte di Giulio Regeni

Proprio oggi Repubblica ha pubblicato una lettera dei genitori di Regeni. In questa lettera è stato lanciato l’ennesimo appello al Premier affinché si faccia finalmente luce su quanto accaduto. “La lettera dei genitori di Giulio Regeni mi ha molto turbato“, ha commentato Conte. “L’Italia non può avere pace fino a quando non avrà la verità. Non verrà mai meno a questo impegno: arrivare a una verità giudiziaria che sia plausibile e che abbia risconti oggettivi e inoppugnabili”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.