Omicidio Mestre, Stefano Perale ricorre in Appello

Stefano Perale ha deciso di continuare la propria battaglia giudiziaria che lo vede imputato per il duplice omicidio di Mestre.

Omicidio Mestre, Perale ricorre in Appello
Omicidio Mestre, Perale ricorre in Appello

Stefano Perale ricorre in appello contro l’ergastolo inflittogli con rito abbreviato per il duplice omicidio di Anastasia Shakurova e il fidanzato Biagio Buonomo. L’uomo, un 52enne docente di inglese di Mestre, li uccise nella notte fra il 17 ed il 18 giugno del 2017 perché invaghito della donna, che era incinta, e follemente geloso del suo compagno.

Duplico omicidio a Mestre, la scelta di Stefano Perale

Dopo il crimine Perale venne incastrato, in quanto a premeditazione del delitto, da un video in cui, dopo aver ucciso Anastasia, si rivolgeva ancora a lei con una frase inquietante: “Non avevo altra scelta Anastasia, mi hai distrutto la vita, spaccato il cuore. Non potevo permettere che tu fossi felice a danno del mio dolore infinito, maledetta”. In un primo momento l’arrestato aveva dichiarato ai poliziotti che la sera del delitto si era recato da Anastasia solo “per lasciarla”, malinconicamente felice in un certo senso che la sua ex fiamma avesse trovato l’amore, e che la sua furia omicida era scoppiata all’improvviso.

A maggio il processo per il secondo grado di giudizio

Sulla scorta di quella prova che invece sconfessava il crimine d’impeto il Gup Roberta Marchiori sostenne che Perale aveva maturato un piano per uccidere la donna dal molto tempo, almeno tre anni, che venne definito in motivazione come “un programma punitivo da tempo elaborato e a lungo coltivato”.

A fine maggio partirà il secondo grado, davanti alla Corte di Assise di Appello di Venezia. Nei confronti di Perale, durante il primo giudizio, non era emersa alcuna pregiudiziale di tipo psichiatrico che potesse dare “habitus” clinico e conseguenti attenuanti al suo delitto. Per quel motivo all’uomo venne inflitto il “fine pena mai”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.