Omicidio Gabriel Feroleto, bambino morto per asfissia: mercoledì i funerali

Si terranno nella prossima settimana i funerali del piccolo Gabriel Feroleto. Per l'omicidio anche il padre è attualmente in carcere.

Omicidio Gabriel Feroleto
Omicidio Gabriel Feroleto, il piccolo è stato ucciso dai genitori perché disturbava un rapporto sessuale

Asfissia meccanica, questo il risultato dell’autopsia sul corpo del piccolo Gabriel Feroleto, strangolato a morte a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. I funerali del bimbo di due anni ucciso per motivi ancora non chiari si terranno mercoledì prossimo. Il tutto mentre si è tenuto l’interrogatorio del padre della piccola vittima, il 49enne Nicola, residente in un comune vicino e fermato nel corso della nottata di venerdì con l’accusa di aver avuto un ruolo nell’omicidio attribuito fino a ieri alla sola madre, la 29enne Donatella Di Bona.

Gabriel Feroleto, la tragica fine del bambino

L’uomo, in lacrime (mutuiamo da indiscrezioni trapelate) avrebbe fornito una versione dei fatti del tutto nuova ma gli atti sono stati secretati e, per domani, è atteso il suo confronto bis con i giudici, stavolta con il Gip che dovrà convalidare o meno il suo fermo. Sono ore tremende, quelle di questa Pasqua, tremende emotivamente e cruciali in procedura. Dopo che i Carabinieri avevano smascherato la versione bluff della madre, che giovedì aveva affermato come il piccolo fosse stato vittima di un’auto pirata per poi ammettere di averlo ucciso lei ed essere arrestata, era stata la volta del suo compagno e padre della vittima, Nicola Feroleto.

La dinamica e l’autopsia

L’uomo era stato fermato nella notte con il grave sospetto di aver avuto uno specifico ruolo nell’efferato omicidio, in aperto conflitto con la versione-alibi che lo avrebbe voluto invece a far compere di medicine per la sua ex compagna rea confessa. Ieri in mattinata Nicola aveva espresso il desiderio di chiarire la sua posizione con i magistrati. Alle 14 era stato perciò fissato un interrogatorio presso il carcere San Domenico di Cassino che si preannunciava cruciale, in presenza del legale dell’uomo, avvocato Luigi D’Anna.

Non è escluso che sia stata la toga a consigliare al suo cliente di fissare subito a verbale una sua versione, in sincrono con gli esiti dell’autopsia sul cadavere del piccolo Gabriel. Proprio dal corpicino di Gabriel infatti potrebbero emergere elementi certi di attribuzione del ruolo di offender diretto nel crimine. L’esame tanatologico si è tenuto presso la morgue dell’ospedale cassinate Santa Scolastica, nella città sede anche della procura che indaga, dopo il conferimento dell’incarico al medico legale Giuseppe Macciocchi avvenuto intorno a mezzogiorno e con la conclusione delle operazioni intorno alle 17.

Accertamenti in corso

Sembrerebbe che Gabriel sia morto a causa di un’asfissia meccanicamente indotta, cioè provocata da azione costrittiva. Entro due mesi il referto ufficiale andrà nel fascicolo di procura e parti. Le esequie del piccolo si terranno mercoledì 24 aprile alle 15, presso la chiesa di Santa Maria Assunta a Piedimonte San Germano.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.