‘Ndrangheta, decapitati i vertici del clan Mancuso: incastrati da una faida interna

Decapitati i vertici del clan Mancuso: sono infatti state arrestate quattro persone ritenute responsabili del tentato omicidio di Francesco Mancuso e dell'omicidio di Raffaele Fiamingo

Abusi su minorenni, arrestato
Abusi su minorenni, arrestato

Decapitati i vertici del clan ‘ndranghetista dei Mancuso. Quattro persone sono infatti state arrestate perché ritenute responsabili del tentato omicidio di Francesco Mancuso e dell’omicidio di Raffaele Fiamingo, entrambi ritenuti vertici della ‘ndrangheta vibonese.

Le indagini sul clan Mancuso

Impegnati nell’operazione ci sono circa 50 uomini delle forze dell’ordine tra Vibo Valentia, Milano e Prato. Le indagini hanno fatto emergere come l’omicidio fosse maturato per contrasti nella gestione delle attività criminali tra i componenti della famiglia Mancuso. In particolare, i contrasti sarebbero stati tra la fazione capeggiata da Ciccio Mancuso alias Tabacco, e quella guidata da Cosmo Mancuso, conosciuto come Michele.

Il commento di Matteo Salvini

“Che bella giornata! Decapitati i vertici della cosca ‘ndranghetista dei Mancuso: grazie alle Forze dell’Ordine e agli inquirenti che hanno colpito uno dei gruppo criminali più influenti della regione. È finita la pacchia”, ha affermato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.