Blitz a Rione Traiano, presi i picchiatori di Brumotti

Scacco matto a una gang di pusher nel Rione Traiano a Napoli, fra gli arrestati anche gli aggressori della troupe di Striscia la Notizia

Brumotti
Brumotti

Scacco matto a una gang di pusher nel Rione Traiano a Napoli, fra gli arrestati anche gli aggressori della troupe di Striscia la Notizia e uno dei complici dei ladri che, con la loro fuga, provocarono la morta del brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali. A comandare il sodalizio, organizzato in maniera meticolosa con vedette e perfino telecamere, una donna.

Rione Traiano

Il rione Traiano è un ex feudo del clan Puccinelli-Cutolo facente capo a Ciccio Puccinelli detto O’Nano che, dopo il declino di Scampia, era diventato il market incontrastato della droga a Napoli. Stamane i carabinieri della compagnia di Napoli Bagnoli hanno effettuato un blitz nel rione su richiesta della Procura ordinaria e di quella dei Minori: dieci persone sono state arrestate dopo che il rione era tornato a far parlare di sé non più e non solo come silente luogo di spaccio al minuto, ma anche come teatro di “stese” che indicavano frizioni fra gruppi emergenti e clan storici.

Fra gli arrestati spiccano personaggi legati a doppio filo alle cronache nazionali dell’ultimo periodo: un indagato per il furto che il 6 novembre del 2018 finì con la fuga dei malviventi e con la morte del brigadiere eroe dell’Arma Emanuele Reali che li inseguì coraggiosamente e due responsabili della brutale aggressione alla troupe di Vittorio Brumotti, di “Striscia la Notizia” avvenuta a gennaio del 2018.

Donna a a capo dello spaccio

A gestire la piazza di spaccio una 57enne, una boss con tanto di colonnelli, capi piazza, pusher d’angolo e vedette, queste ultime giovanissime. Fra di loro anche un minorenne. L’organizzazione aveva punti di sorveglianza strettissima del rione, presidiati perfino da telecamere che erano in grado di individuare ed anticipare irruzioni delle forze dell’ordine e movimenti in conflitto con gli interessi del clan.

I militari hanno sequestrato tutto il “reso” della settimana: sei kg di hascish, quasi un chilo di cocaina, mezzo chilo di marijuana, oltre 170 proiettili camerabili in armi a disposizione delle due paranze del clan e dieci telecamere esterne direzionali.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.