Ragazzo legato con delle catene e privato di acqua e cibo a Roma

Una ragazzo, per punizione, è stato legato con delle catene dal padre e privato di cibo e acqua per ben 2 giorni.

Ragazzo legato con delle catene
Ragazzo legato con delle catene

Una ragazzo, per punizione, è stato legato con delle catene dal padre e privato di cibo e acqua per ben 2 giorni. Follia a Ladispoli, Roma. I carabinieri di Civitavecchia hanno arrestato un pregiudicato romeno 38enne. Dovrà rispondere di sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia.

Ragazzo legato con catene senza cibo o acqua

La richiesta di intervento alle Forze dell’Ordine è arrivata domenica sera. Una signora di Ladispoli ha segnalato che un minore, suo vicino di casa, era arrivato da lei molto provato e con le caviglie legate con delle catene. Il ragazzo stesso ha poi riferito di essere stato segregato dal padre per circa 2 giorni, come in un film dell’orrore. La fuga il giovane se l’è guadagnata limando le catene che lo tenevano legato al letto.

Immediato l’intervento dei Carabinieri. Il tutto sarebbe partito da un litigio tra padre e figlio. E questo aveva portato quest’ultimo a fuggire di casa. Una volta tornato, però, è stato incatenato senza cibo o acqua.

Il padre è stato rintracciato e arrestato. Ora si trova rinchiuso preso la Casa Circondariale di Civitavecchia.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.