Pillon a processo per omofobia: “L’Arcigay fa adescamento nelle scuole”

Il senatore leghista portato a processo da Omphalos, associazione Lgbt di Perugia. Rischia di dover pagare un conto più che salato.

Pillon trascinato in tribunale dall'Arcigay
Pillon trascinato in tribunale dall'Arcigay

Il senatore leghista Pillon è da tempo nel mirino delle polemiche, un po’ per la sua voglia di riformare la legge sul divorzio in Italia, un po’ per alcune frasi poco felici che avevano come protagonisti gli omosessuali. Sono state proprio quest’ultime a non essere andate giù a Omphalos, associazione Lgbt di Perugia affiliata ad Arcigay. L’associazione dunque si è decisa a trascinarlo in tribunale.

Pillon contro Arcigay

Il senatore ha ripetuto, in una sorta di tour in giro per l’Italia, una pantomima che non è affatto piaciuta ai più. “Lei lo sa come si fa l’amore? Quali ingredienti servono? Serve un maschio e una femmina. Ma se la pensate così siete bulli omofobi.” Questo, in sintesi, uno dei discorsi sotto accusa.

Ora queste battute però potrebbero costargli caro. Il senatore è stato accusato veramente di omofobia e rischia di dover sborsare un cifra di circa 200.000 euro. Pillon, poi, avrebbe durante i suoi discorsi, dichiarato che l’Arcigay andrebbe nelle scuole ad “adescare minorenni”.

I rappresentati delle associazioni coinvolti si sono per questo rivolti ai giudici, i quali hanno provveduto a far rimuovere dal web tutti i video incriminati.

La propaganda anti-gay del senatore però è stata portata avanti anche grazie a numerosi volanti disseminati un po’ ovunque. In questi sosteneva che “quelli di Arcigay vanno nei licei e spiegano ai vostri figli che per fare l’amore bisogna essere o due maschi o due femmine e non si può fare diversamente e…venite a provare da noi, nel nostro welcome group”.

La difesa del senatore

Il senatore leghista si è giustificato dicendo che la sua altro non era che “ironia sferzante”. Tuttavia, l’avvocato Saschia Soli, che lo ha trascinato sul banco degli imputati, ha ribattuto che qui di satira non c’era niente. “Siamo di fronte a falsità che hanno trasformato un’opera di sensibilizzazione sociale in una campagna di adescamento”.

Pillon e la sua lotta alle streghe

La lotta alle streghe non riguarda mai le streghe. Riguarda le paura dell’uomo e della società. Pillon questo forse non lo sa, o non lo vuole capire. Lui, infatti, è sotto accusa per aver diffamato l’associazione e non per aver avuto “opinioni divergenti”, per il quale non poteva essere imputato.

Omphalos era stata chiamata a tenere un incontro sul tema bullismo omofobico. “Spesso veniamo chiamati nelle scuole a dare il nostro contributo nella sensibilizzazione contro le discriminazioni, come riconoscere il bullismo omofobico. Portiamo anche materiale didattico sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e volantini informativi delle nostre iniziative”. Ha spiegato spiega Stefano Bucaioni, presidente di Omphalos. Pillon ha distorto i fatti, alterando il nostro materiale, omettendo quello (che ovviamente c’era) sull’amore tra due persone eterosessuali, facendoci passare per adescatori. Il giudice ha accolto la nostra costituzione di parte civile e ha disposto il sequestro dei video ritenendoli offensivi e lesivi della reputazione”.

Insomma, si prevede guerra aperta tra Pillon e l’Arcigay.

Senatore della Lega su divorzio, donne e famiglia

Come già accennato, non è la prima volta che il senatore leghista finisce nell’occhio del ciclone. Già, oltre alla sua proposta sul divorzio, avevano fatto discutere le sue dichiarazioni in merito a donne e famiglia. Così come le sue posizione in merito al congresso delle famiglie di Verona.

Pillon, 48enne, orgogliosamente bresciano e nordico, sta vivendo adesso giorni complicati. “Ormai da diverso tempo anche in Italia, come in altri ordinamenti europei – si legge in una nota del suo studio legale – si è ravvisata la necessità di una mediazione familiare. È in corso di approvazione una modifica al codice civile che conferirà grande rilievo all’attività di mediazione nel corso dei procedimenti per la separazione dei coniugi”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.