Allievi Agenti della Polizia di Stato: la lettera aperta agli italiani

Un messaggio, sotto forma di video, per raccontare la storia degli Allievi Agenti della Polizia di Stato: il racconto delle loro vicissitudini.

Un video che ha lo scopo divulgativo di far conoscere la propria situazione in quanto aspiranti Allievi Agenti della Polizia di Stato. La Legge n.12/2019 ha modificato i requisiti di un bando di concorso che, però, si svolse nel 2017 e che riguardò 1148 vincitori. Esclusi, di fatto, coloro i quali furono decretati come “idonei non vincitori”. In realtà l’attuale Governo ha sì fatto riferimento alla graduatoria posta in essere, che sarà presa in considerazione per un triennio, ma ha escluso chi non ha il diploma di scuola secondaria superiore ed è sotto i 26 anni. Tutto questo fa esclusivamente riferimento ai civili. Per quanto riguarda i militari, invece, la situazione è ancora più problematica.

Il messaggio degli Allievi Agenti della Polizia

«Qual è quel progetto che vi fa affrontare il futuro con orgoglio, quello che vi identifica nel mondo e per la cui realizzazione avete speso energie e tempo?
Ognuno ce l’ha. Ed ha il diritto di realizzarlo in ogni momento. Per noi quel progetto è diventare Poliziotti. Nel 2017 abbiamo partecipato al concorso pubblico per allievi agenti della
Polizia di Stato, l’unico che potevamo visto che non ne veniva bandito uno dal 1996.Abbiamo rispettato le regole e superato la prima prova con punteggi alti».

«Dopo un anno e mezzo una legge consente di proseguire l’iter concorsuale solo a chi non ha superato i 26 anni. Questo provvedimento ci esclude negandoci l’ultima possibilità che abbiamo di coronare il dignitoso sogno di servire onestamente lo Stato».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.