Il tribunale blocca la lettera del boss, parla di una misteriosa maga

Una lettera dai contorni al vaglio degli inquirenti. Le parole del boss potrebbero nascondere alcuni messaggi in codice indirizzati al clan.

Lettera del boss indirizzata alla figlia
Lettera del boss indirizzata alla figlia

Dal carcere il boss scrive alla figlia ma nella lettera ci sono allusioni oscure ad una maga e il Tribunale di Sorveglianza blocca quello scritto, un provvedimento che ha ottenuto anche il suggello della Cassazione. Fra le righe quello scritto potrebbe contenere messaggi in codice simboleggiati dagli accenni a quella “chiromante”.

La lettera cita una “maga”

Sta tenendo banco la vicenda di Antonio Basco, considerato esponente di punta dei Casalesi, e della lettera che dal carcere di Ancona dove è recluso ha indirizzato a sua figlia. Senza entrare nel merito dei contenuti parentali della missiva (la privacy è sacrosanta per chiunque, giova ribadirlo), quella lettera ha attirato l’attenzione del Tribunale di Sorveglianza competente, quello di Macerata, che l’ha bloccata, come riporta Caserta News.

Secondo quanto rilevato dal giudice, la missiva contiene «frasi oscure e apparentemente prive di senso logico» nonché «espressioni ambigue unite all’invito a riportare i saluti oltre che esortazioni ai familiari ad intraprendere determinate attività».

Un messaggio in codice del boss

Ma non è finita: a fronte di una caratura criminale e gerarchica che i giudici ritengono di assoluto rilievo e in virtù anche di riferimenti poco chiari ad una fantomatica “chiromante” (che potrebbe essere termine codificato per indicare un qualche afferente agli interessi del detenuto e/o del clan) il magistrato di Sorveglianza ha bloccato la missiva sottoposta al suo vaglio dall’autorità penitenziaria.

Il ricorso in Cassazione di Basco è stato respinto proprio in queste ore: la lettera resta, in punto di diritto, sospetta e non può essere inoltrata alla destinataria.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.