World Congress of Families Verona 2019: seconda giornata con Salvini e la contro manifestazione

Seconda giornata per il World Congress of Families di Verona, atteso come relatore Matteo Salvini, mentre a Castelvecchio ha avuto luogo la contromanifestazione

World congress of families Verona (adnkronos)
Seconda giornata per il World Congress of Families di Verona, atteso come relatore Matteo Salvini, mentre a Castelvecchio ha avuto luogo la contromanifestazione

Il World Congress of Families è al suo secondo giorno. Matteo Salvini atteso per questo pomeriggio, mentre in mattinata ha parlato dal palco il patriarca Ygnatius Joseph III di Antiochia. “La rivoluzione sessuale fu fonte di degrado, portando a tanti suicidi che in quegli anni furono oltre 70mila negli Stati Uniti” ha detto il religioso siriano. “La rivoluzione sessuale degli Anni ’70 ha voluto far credere ai giovani che erano liberi, che potevano avere solo il piacere”

Una delle conferenze al World Congress of Families di Verona, foto da Twitter

Il gadget contestato

Il gadget, foto da Twitter

Ma le polemiche che hanno accompagnato la preparazione del World Congress of Families non si sono fermate con il suo inizio, e anzi, si sono inasprite con il caso del gadget anti-aborto, con il feto di gomma, diffuso al Congresso. Sulla questione Massimo Gandolfini ha difeso la scelta: “Fa parte della realtà. Nel 1978 si credeva che il feto fosse un ammasso di cellule. Adesso c’è l’ecografia tridimensionale e si sa che non è così. Il gadget è per dire agli altri, che non hanno questa sensibilità, ‘guardate che non stanno così le cose'”.

Le affermazioni di Laura Boldrini

Di parere opposto l’ex Presidente della Camera Laura Boldrini, che ha partecipato alla contro manifestazione “Liber.e di scegliere”. “Fare come gadget un feto è semplicemente mostruoso. Vuole mandare un messaggio terribile ovvero che le donne che, con sofferenza, chiedono di interrompere una gravidanza sono delle assassine”, ha detto Laura Boldrini. “Questo non si può accettare. C’è una legge dello Stato e queste persone sono tenute a rispettare questa legge. Nessuno sta minacciando la famiglia tradizionale, io vedo che invece sono minacciate continuamente coppie omosessuali“.

La contromanifestazione

Una contro manifestazione, quella organizzata oggi a Verona, a cui stanno partecipando oltre 20mila persone.

La contro manifestazione a Verona, foto da Twitter

Un flash mob con girotondi, canti e balli si è svolto sul ponte di Castelvecchio, promosso dalle associazioni delle famiglie arcobaleno, ‘Non una di meno’ e l’Anpi. Un flash mob per affermare i diritti delle donne, in difesa della Legge 194, con tante donne che indossavano guanti in gomma colorati per dire con forza che “il luogo delle donne non è a casa a lavare piatti e pavimenti, ma in piazza per esprimere la propria indipendenza e autonomia“, come hanno spiegato le organizzatrici della manifestazione.

Le dichiarazioni del Vaticano

Anche Papa Francesco si è espresso sulla questione del World Congress of Families, e dal volo verso il Marocco si è dichiarato d’accordo con quanto aveva affermato nei giorni scorsi il Segretario di Stato Pietro Parolin: Sostanza corretta, ma il metodo è sbagliato”.