Video hard a scuola, il Preside denuncia: “Girato nella nostra palestra”

Un video postato su un sito porno è stato segnalato anche dagli studenti. Ma la palestra è in uso anche a molte società sportive. Il Preside: "Violati gli spazi dei ragazzi"

Video hard girato in palestra
Video hard girato in palestra

Degli studenti del Bernardi di Padova hanno portato all’attenzione del Preside un video hard che ha loro dire sarebbe stato girato proprio nella scuola. Gli alunni, infatti, hanno subito riconosciuto la palestra usata come set nel video. Il Preside Roberto Turetta è stato informato e lunedì è andato dai carabinieri per presentare denuncia su quanto accaduto e preservare il buon nome della scuola”.

Video hard a scuola

I freme durano poco, circa 40 secondi. Il titolo del filmato è: “Napoletana di 19 anni s… col professore di ginnastica”. Ovviamente, e per fortuna, nessuno dei due protagonisti è identificabile come professore o come alunna. Le immagini potrebbero essere state girate in una qualsiasi palestra. Eppure gli alunni sono sicuri, certi che alcuni dettagli che non lasciano dubbi a chi giornalmente entra e si cambia in quegli spazi. “Si tratta dello spogliatoio in fondo a destra”, raccontano imbarazzati gli studenti. Il film, forse risalirebbe addirittura a sette anni fa. La palestra è di proprietà della Provincia che l’ha data in uso all’istituto ma non solo. Nel pomeriggio e alla sera si allenano diverse società sportive locali e nel fine settimana si disputano le partite dei loro campionati.

Il contenuto del filmato

Il video rientra nella categoria “amatoriale”. Mostra una ragazza e un uomo tatuato che consumano un rapporto sessuale. I volti dei due sono oscurati ma il contesto non ha lasciato alcun dubbio sia agli studenti, sia al preside che ha esposto la questione alle forze dell’ordine.

I protagonisti dovrebbero dunque essere esterni alla scuola, molto probabilmente atleti o dirigenti che magari hanno le chiavi per entrare e aprire la palestra in vista degli allenamenti. Ma c’è di più, si pensa che quella palestra non sia nuova a questo genere di “attività”. Un ex dirigente di pallavolo racconta: “Per anni sono state utilizzate quelle sale per consumare veloci rapporti tra atleti, spesso amanti”.

Troppe chiavi

Il preside ha preso atto di quanto gli hanno riferito gli alunni, scegliendo di procedere per vie legali. “Ho presentato denuncia quando sono venuto a conoscenza della vicenda da parte di alcuni componenti del consiglio di istituto. La scuola va tutelata. Le persone coinvolte non sono studenti o personale nostro. Il cancello viene chiuso verso le 16 e le persone delle associazioni sportive che utilizzano la struttura parcheggiano ed entrano in maniera autonoma. I ragazzi erano preoccupati e si sono sentiti violati nei loro spazi. Temo che nessuno, a parte i due protagonisti, sappia esattamente come sono andate le cose. Le copie delle chiavi le hanno in tanti”.

Adesso tocca ai carabinieri identificare i due. Però, se questi fossero entrati perché in possesso delle chiavi, non scatterebbe alcun reato.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.