Ousseynou Sy: chi è e cosa sappiamo dell’autista che voleva fare una strage sullo scuolabus

Ousseynou Sy, chi è l'uomo che il 20 marzo ha sequestrato un bus con a bordo 51 ragazzini delle scuole medie e gli ha dato fuoco

Ousseynou Sy
Ousseynou Sy

Ha sequestrato un bus con a bordo 51 ragazzini delle scuole medie, e poi gli ha dato fuoco: “Basta morti nel Mediterraneo”, ha detto per motivare il suo gesto. Questo è quello che è successo il 20 marzo, a Milano, quando un senegalese ha messo a rischio la vita dei 51 ragazzi e dei loro accompagnatori, tutti per fortuna usciti illesi dall’attentato.

Ma chi è Ousseynou Sy, il 47enne responsabile del gesto?

Il lavoro presso Autoguidovie

Si tratta di un uomo che era già stato condananto per molestie sessuali e per guida inn stato di ebbrezza. Tuttavia, pare che l’azienda che lo aveva assunto come autista, Autoguidovie, non fosse al corrente dei suoi precedenti. Quando infatti gli era stata ritirata la patente per guida in stato d’ebbrezza, Sy si era messo in malattia, secondo quanto riferisce Tgcom24. In questo modo era riuscito a nascondere all’azienda l’accaduto.

La carriera

Lavorava da 15 anni per Autoguidovie, spiega il Post. Aveva fatto carriera: era partito come addetto alle pulizie e poi aveva preso la patente degli autobus ed era diventato autista. Accompagnava spesso gli studenti della zona avanti e indietro da scuola, in occasione delle diverse attività.

La vicenda privata

Sy era nato in Francia da genitori senegalesi, ma era cittadino italiano da 15 anni. Sposato con una donna italiana, ha due figli, di 18 e 13 anni, da cui però, riporta Tgcom 24, era stato allontanato dopo la separazione, e questo lo aveva segnato. Da allora vive ada solo, e aveva rapporti sporadici sia con l’ex moglie sia con i figli.

Il problema della “situazione dell’Africa”

Secondo Repubblica, una vicina di casa avrebbe raccontato che recentemente lo aveva sentito parlare al telefono. Si lamentava della “situazione dell’Africa”, e il dato emerge anche in un video su Youtube, in cui Sy cerca di scoraggiare i migranti provenienti dall’Africa a venire in Europa.

Nessun contatto con gli ambienti terroristici

Secondo il Procuratore di Milano Alberto Nobili, che sta portando avanti le indagini sul sequestro, ha detto che la vicenda non è un episodio di terrorismo islamico. Sy, infatti, non era legato a nessun contesto radicalizzato o di stragismo islamico.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.