Pusher apre negozio di droga sui social e spedisce in tutta Italia

In casa dell'uomo è stato trovato un vero e proprio campionario della droga. Il tutto assieme a ricevute relative alle varie transazioni e spedizioni che avvenivano in Italia.

Pusher vende droga sui social
Pusher vende droga sui social

Un pusher ha deciso di lanciare la sua attività online, per questo ha aperto una vetrina per vendere i suoi prodotti su un noto social network. Lo spacciatore metteva sul sito le foto degli stupefacenti e le etichettava con alcuni hashtag convenzionali. I clienti, cercandoli, avevano così la possibilità di visionare la merce. Per questo, un 36enne di Cerveteri (Roma) è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale.

Gli affari in chat

Tutto passava per le chat, qui si aprivano e si chiudevano le trattative. La droga poi veniva spedita per posta in pacchi anonimi. L’uomo vendeva marijuana, hashish e olio di hashish.

Il 36enne era tenuto d’occhio dai carabinieri. I militari si erano insospettiti perché riceveva visite continue da parte di alcuni giovani nella sua abitazione. Pochi giorni fa, hanno deciso di controllarlo appena uscito. L’uomo, trovandosi di fronte alle divise, ha tentato di scappare. In tasca aveva una modica quantità di marijuana, ma abbastanza per far scattare la perquisizione nel suo domicilio. Il traffico è stato così scoperto.

Campionario di droga

In casa dell’uomo è stato trovato un vero e proprio campionario della droga. 6,2 kg di marijuana, 4,6 kg di hashish e 23 g di olio di hashish. Ritrovati anche il materiale per il confezionamento delle dosi e il materiale per il confezionamento e l’etichettatura per la vendita on-line dello stupefacente. Il tutto assieme a ricevute relative alle varie transazioni e spedizioni che avvenivano in Italia.

Una volta pagato l’ordine la “merce” veniva imballata, etichettata e spedita all’acquirente tramite corrieri nazionali.

Il pusher si, è emerso, si riforniva di droga sempre su internet. I pacchi, provenienti per la maggior parte dalla California, attraversavano la Spagna. Infine venivano recapitati a indirizzi fittizi dove poi il 36enne andava a ritirarla.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.